Minute. Variazioni sul tempo emotivo

Al via dal 12 febbraio la mostra presso il Circolo Aternino

- Al: 20/02/2016, 23:00 | Categoria: Arte e Mostre
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Sarà inaugurata venerdì 12 febbraio alle 18 febbraio alle ore 21 presso il Circolo Aternino una mostra che mette insieme talento ed economia del territorio. Si tratta di "Minute. Variazioni sul tempo emotivo", personale di Marco Massarotti, ingegnere aerospaziale con il dono dell'arte e del teatro, a cura di Silvia Moretta ed Erminia Turilli presentata stamane.

Alla conferenza erano presenti l'assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo eil presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli, perché la mostra gode del patrocinio dell'Amministrazione, insieme a Silvia Moretta all'artista Marco Massarotti, e Cristian Summa e Pippo per il Consorzio Pescara Vecchia e Share City.

"Un nuovo evento che arricchisce il nostro centro storico – dice l'assessore Giovanni Di Iacovo – Se c'è un luogo che amiamo e frequentiamo è Pescara Vecchia che ha diversi talenti ma viene agli onori della cronaca solo per fatti negativi. Questo trend è cambiato, l'Amministrazione combatte con il Consorzio Pescara Vecchia promuovendo attività positiva. E se gli operatori commerciali della zona sono l'hardware di questa rinascita, il software sono iniziative come quella di Silvia Moretta che ha portato lì anche altri eventi. Si costruisce una mostra in un contesto bello e che funziona, per far tornare ad essere questo un magnifico luogo. Le premesse ci sono tutte, in questo luogo abbiamo la fortuna di avere il Circolo Aternino, spazio declinabile in tanti modi che deve essere messo a servizio della città. La formula culturale qui funziona e lo fanno diventare un luogo dove passano iniziative culturali piacevoli e importanti, ma soprattutto capaci di attrarre".

"Un ritorno per la Presidenza del Consiglio che lo scorso anno aveva creduto in una mostra "inadeguata" – aggiunge il presidente Antonio Blasioli - sia di nome, perché così si chiamava, che di fatto perché appositamente realizzata da Silvia Moretta in un luogo davvero improprio, ma che ha avuto uno straordinario successo. Sono felice di patrocinare questo nuovo evento, stavolta però in un luogo adeguato qual è il Circolo Aternino e con un tema davvero speciale qual è il tempo. Mi sembra interessante che un ingegnere aerospaziale possa parlare del tempo e che una inedita filosofia del tempo possa farci riflettere attraverso l'arte di Massarotti".

"Tornare a Pescara vecchia dopo un anno con uno degli autori emersi dalla collettiva di Inadeguato le cui opere stanno continuando a viaggiare è bello e importante – aggiunge Silvia Moretta - Portare avanti un numero importante di mostre che puntano un occhio di bue sui talenti da lanciare è il nostro scopo con questa mostra. Marco Massarotti è un ingegnere aerospaziale che sceglie la strada del teatro, che arriva in tante gallerie a Milano, Palermo, Napoli e che fa fatica ad affermarsi nel mondo dell'arte ufficiale come tanti. E' importante che ci sia un momento in cui si possa mettere davanti agli occhi dei galleristi e critici i nostri fermenti culturali, che ci sono e sono molto attivi come abbiamo dimostrato lo scorso anno con la collettiva di Inadeguato. La mostra racconta per immagini delle variazioni sul tempo emotivo, protagonista è un uomo-fantoccio e materiali poveri, vettori, però di momenti carichi di riflessioni. Chiudiamo una trilogia con il sostegno del Consorzio Pescara Vecchia e un sodalizio particolare fra arte ed economia perché chi frequenterà la mostra, potrà beneficiare di condizioni particolari nei locali che ci sostengono".

"Mi auguro che le opere parlino per me - dice l'artista Marco Massarotti - Minute è composta di 60 pezzi per "fare ora" sia nel senso simbolico del termine che gioca con la misura del tempo, che nel senso di attualità, che dunque ora siano fonte di riflessione, che riconsegnino al nostro presente e ai nostri sensi profumi, ricordi ed emozioni provenienti dal passato. Ringrazio il Comune e il Consorzio anche per il sostegno che stanno dimostrando verso l'arte. Ho scelto di percorrere la strada dell'arte perché la sento più mia di altre, mi realizza attraverso il teatro e le opere che metterò in mostra. Ma sono opere concepite con i parametri dei miei studi aerospaziali e questo le rende davvero diverse".

"Sono circa due anni che abbiamo costituito questo consorzio per la riqualificazione della nostra zona a cui crediamo molto – dice il vice presidente del Consorzio Giuseppe Scampoli – continuiamo a credere nel valore di questa strada, la riqualificazione della nostra zona non può non passare attraverso la cultura e la nostra zona non può che fare altro che esprimerla per le presenze culturali che ospita. Mettiamo a disposizione del pubblico della mostra il primo benvenuto e un incentivo a frequentarla, con dei benefici commerciali coniugati, ovvero il 20 per cento di sconto per chi decide di restare in zona, spendibile attraverso dei coupon che vengono consegnati a chi la visita".

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK