All'eremo di Santo Spirito a Maiella, in Roccamorice, Lucilla Sergiacomo presenta Celestino V secondo Ignazio Silone

- Al: 15/09/2016, 00:00 | Categoria: Arte e Mostre
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

 Nel ciclo di incontri organizzati da Italia Nostra per la Perdonanza, domenica 18 settembre 2016, alleore 17:45, nell'eremo di Santo Spirito a Maiella in RoccamoriceLucilla Sergiacomo, storica della letteratura italiana, presenta Celestino V nell'Avventura di un povero cristiano di Ignazio SiloneLetture di Raffaella Cardelli, attrice della Compagnia dei Guasconi di Pescara.

A quasi 50 anni dalla sua pubblicazione, L'avventura di un povero cristiano rimane un libro chiave per comprendere l'ideologia e l'etica di Ignazio Silone. Lo scrittore di Pescina sceglie come suo personaggio ideale l'eremita del Morrone, Pietro Angelerio, eletto papa nel 1294 con il nome di Celestino V, che abdicò pochi mesi dopo, e lo rende protagonista dell'eterno conflitto tra l'uomo libero e il potere, facendone il simbolo di un cristianesimo umile e vicino ai poveri, molto vicino a quello predicato oggi da papa Francesco Bergoglio.

Goffredo Palmerini

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK