Tre tartarughe liberate in mare aperto: l'emozionante "rientro" tra le acque dell'Adriatico

Le operazioni condotte dalla Scuola Sub LOTO di Pescara, con Centro Sudi Cetacei e Guardia Costiera

| di Alessandra Renzetti
| Categoria: Ambiente
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Grazie al Centro Studi Cetacei, alla Guardia Costiera e alla Scuola Sub LOTO di Pescara che ha supportato tecnicamente tutta l'operazione, nel tardo pomeriggio tre tartarughe caretta caretta sono tornate in mare, a circa tre miglia dalla costa.

L'evento, programmato nell'ambito del "Sottocosta" organizzato dalla Camera di Commercio di Pescara dal 2 al 5 giugno presso il Porto Turistico, ha destato curiosità soprattutto nei più piccoli che nel pomeriggio hanno tempestato di domande i veterinari che si sono presi cura delle creature; l'appuntamento con l'abbraccio ideale tra la tartaruga ed il suo habitat ha avuto un grande riscontro ed ha attratto un sostanzioso numero di visitatori, i quali si sono avvicinati al molo per salutare il corteo di barche che ha accompagnato le tre simpatiche creature, di diversa dimensione, in mare aperto.

Per la Scuola Sub LOTO non si tratta sicuramente del primo appuntamento del genere, avendo una convenzione con il Centro Studi Cetacei con in quale ha firmato un Protocollo d'intesa, ma ogni volta, come ha spiegato il presidente Maurizio Paluzzi è una nuova emozione: 

"Oggi il mare era buono, qualche onda sicuramente, ma ottimo per il rilascio delle tre tartarughe: per noi è sempre una grande emozione vedere che gli animali tornano in libertà, come nel caso odierno; le tartarughe sentono l'odore del mare e tendono ad agitarsi soprattutto nel momento in cui le barche si fermano per consentire loro di tornare in acqua perchè appunto non vedono l'ora di tornare nel loro ambiente".

Una vera festa quella vissuta al largo delle acque dell'Adriatico questo pomeriggio: il tempo incerto, il vento fresco ed il mare leggermente agitato hanno consentito ugualmente a Paluzzi e al vicepresidente Claudia Minciarelli di gettarsi in mare per augurare un buon rientro alle "amiche di mare" ed accompagnarle in questa fase: "con la nostra Scuola siamo abituati a questo tipo di situazioni, ossia trasporto di animali in mare, recupero rettili marini per esempio, ma ogni avventura è sempre ricca di fascino".

Guarda qui in basso il video

 

Alessandra Renzetti

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK