Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

"Siediti, e lasciati guardare". Ileana Di Damaso in mostra a Pescara

| di Leonardo Paglialonga
| Categoria: Arte | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Siediti, e lasciati guardare” è il titolo originale della mostra personale di pittura della giovane artista di Spoltore Ileana Di Damaso, che si è aperta sabato 19 marzo 2016 alle ore 18,00 presso i locali di SpazioArde, in via delle Caserme a Pescara. La mostra, curata da Silvia Moretta, è stata organizzata in collaborazione con Ritratti Contemporanei, l’associazione culturale ALCuA e il Consorzio Pescara Vecchia. All’inaugurazione della mostra, oltre all’Artista, sostenuta dai suoi familiari e da un folto pubblico, sono intervenuti l’assessore alle Pari Opportunità del Comune di Pescara Sandra Santavenere, il sindaco di Spoltore Luciano Di Lorito ed Amedeo Polidoro, in qualità di coordinatore del’evento.

Ileana Di Damaso, già vincitrice ex-aequo della prima edizione di Ritratti Contemporanei, si caratterizza per una pittura ad olio iperrealista, prevalentemente in bianco e nero, intrisa del culto per la bellezza. “Attratta dalla grazia delle forme femminili – spiega Silvia Moretta i soggetti dei suoi ritratti sono soprattutto le icone del mondo moderno: da Audrey Hepburn e Grace Kelly, icone degli anni ’50 che ancora oggi rappresentano un intramontabile ideale di eleganza e di bellezza, alle attrici contemporanee Angelina Jolie e Nicole Kidman, donne dal carisma innato e dal gusto inconfondibile. Viene così delineandosi una sorta di nuovo classicismo, una selezione di moderne Veneri destinate all’immortalità”.

Opere accurate, non di facile realizzazione, che denotano un lungo e continuativo lavoro sin nei minimi dettagli e una cura dei particolari che necessitano di abilità, tecnica e precisione. Qualità che l’Artista dimostra di possedere assieme naturalmente alla passione per l’arte, attraverso la quale cattura l’attenzione del fruitore, che rimane soggiogato dall’espressività dei volti. Volti che facilmente “si lasciano guardare”. Un processo, oserei dire, circolare in cui l’artista invita l’osservatore ad entrare nel suo mondo e, al tempo stesso, nella bellezza e nella grazia delle sue opere d’arte che diventano oggetto ma anche “tramite” per arrivare all’artista-soggetto creativo.

La mostra, visitabile negli orari di apertura di SpazioArde, proseguirà fino a sabato 2 aprile.

 

Leonardo Paglialonga

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK