Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Quattro Maestri nelle Arti Visive

Mostra d'arte al Museo Michetti di Francavilla del Direttore Artistico Leonardo Paglialonga

| di Fabio Rosica
| Categoria: Arte | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Domenica 23 aprile 2017 alle ore 17, presso le importanti Sale del Museo Michetti di Francavilla al Mare, sarà inaugurata un’interessante mostra d’arte contemporanea dal titolo “Quattro Maestri nelle arti visive” a cura di Valeria Fatato, critica e storica dell’arte. In esposizione le opere di Amilcare Di Paolo (pittura), Daniele Guerrieri (scultura), Giuseppe Liberati (ceramica artistica) e Lucio Monaco (Pop Art). La direzione artistica è di Leonardo Paglialonga, pittore, poeta e giornalista francavillese. La mostra è patrocinata dal Comune di Francavilla al Mare, dall’Associazione Artisti Abruzzesi “Lejo” e dall’Associazione “L’Incontro degli artisti”. Durante la cerimonia d’inaugurazione interverranno, oltre al sindaco, Antonio Luciani e al consigliere Michele Accettella, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, anche il prof. Bruno Paglialonga (artista, storico e critico d’arte) e Roberto Di Giampaolo, Presidente dell’Ass. “Lejo”. L’evento sarà moderato dall’attrice Sara Iannetti. La mostra proseguirà fino al 2 maggio 2017 e sarà visitabile negli orari di apertura del Museo: tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 (lunedì chiuso).

Di seguito una breve presentazione degli artisti che esporranno:

Amilcare Di Paolo, nato a Castelguidone (CH) nel 1952, opera a Civitaquana (PE). Nelle sue opere si può leggere la predilezione per l’espressionismo mitteleuropeo e una sorta di simpatia verso la Pop Art. Le sue opere suscitano sentimenti che vanno dall’ironia al sarcasmo e alla letizia stimolata dal fervore cromatico.

Daniele Guerrieri, nato a Castelli (TE) nel 1944, fa della scultura un mezzo per indagare la realtà, per conoscere e approfondire le leggi misteriose e perfette delle cose. Ha realizzato importanti opere in materiale bronzeo per la città di Roseto, il Monumento ai Caduti del mare e L’albero della vita. Alcune sue opere sono presenti in diversi musei e collezioni private, anche all’estero.

Giuseppe Liberati, nasce a Villamagna (CH) nel 1958. Le tecniche che impiega per realizzare le sue opere spaziano dal raku ai riflessi e dalle iridescenze alle metallizzazioni a terzo fuoco, tramite l’uso di argille, smalti speciali, ossidi metallici e cristalli a grosso spessore. “Nel mio lavoro non ci sono punti d’arrivo – ha dichiarato – e prefiggersi dei traguardi significherebbe limitare la creatività”.

Lucio Monaco opera a Mosciano Sant’Angelo (TE). I suoi dipinti, cosiddetti décollages, sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private. Segue le proprie spinte emotive, connesse a fatti di cronaca, per “figurare racconti”, storie a sfondo sociale o di genere vario. Coglie le sue principali fonti d’ispirazione dal cinema e dal mondo dei fumetti.

Fabio Rosica

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK