Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Convegno immigrazione: sabato Pescara luogo di dialogo per nuovi modelli di sviluppo

| di Ufficio Stampa comune di Pescara
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

I rappresentanti delle ambasciate della Nuova Guinea, del Burkina Faso, dell'Afghanistan e della Lega Araba, assieme all'arcivescovo di Pescara Tommaso Valentinetti, saranno sabato dalle 10 presso la Sala Figlia Di Iorio per il convegno "Le sfide dell'immigrazione: migliorare la vita per rafforzare le radici", promosso dalle Opere missionarie francescane dei Frati minori conventuali d'Abruzzo. L'incontro, che si terrà nella sala Figlia di Iorio con il patrocinio del Comune di Pescara, della Provincia di Pescara e dell'Ordine degli Avvocati di Pescara, vedrà al centro l'esperienza della missione dei Frati minori conventuali d'Abruzzo in Burkina Faso e l'attività delle organizzazioni umanitarie Emergenza Sorrisi, Le 100 Madrine del Sorriso, Associazione Medici di Origine Straniera in Italia e Uniti per Unire. Oggi la presentazione dell'importante appuntamento con padre Fabrizio Maria De Lellis, Ministro provinciale dei Frati minori conventuali d'Abruzzo e Molise, l'avvocato Antonella Zuccarini segretaria della sezione pescarese dell'Associazione Giuristi Cattolici e il consigliere comunale Piero Giampietro

 

"Un appuntamento che vede la presenza di tante istituzioni e cade in un momento caldo per la situazione profughi in Italia e per l'arrivo di parte di essi anche in città – dice il consigliere Piero Giampietro motore dell'iniziativa per l'Amministrazione – Vogliamo cogliere questa occasione per fare di Pescara un luogo dove si possa affrontare l'argomento dell'accoglienza con degli interlocutori importanti e operativi, a partire dalle cinque ambasciate rappresentate, ad arrivare alle Onlus e alle realtà che fanno politiche concrete perché la crescita possa esserci nei paesi di origine. Pescara può candidarsi ad essere una città dell'incontro, cinque ambasciatori in una sola mattinata è un segnale di grande attenzione per il progetto realizzato nel Burkina Faso e perché per una volta ci saranno sia i protagonisti della missione che gli imprenditori: un appuntamento concreto che per una volta mette insieme tutti gli interpreti di tale iniziativa. A questo si aggiunge la tradizione nella cooperazione internazionale che il Comune di Pescara ha da sempre e che può trasformare il convegno in un vero e proprio tavolo in cui si incrociano esperienze diverse".

 

"Creare nei Paesi con forte flusso emigratorio le condizioni e risorse per lo sviluppo e offrire una offerta di lavoro concreta: questa è la proposta che l'Europa vuole portare avanti – aggiunge  Antonella Zuccarini segretaria della sezione pescarese dell'Associazione Giuristi Cattolici - Ed è anche questo il tema del convegno. L'obiettivo è promuovere e sviluppare economia e amministrazione nei paesi in via di sviluppo, per riscoprire opportunità e dignità. Quello che faremo sabato è creare delle occasioni agli imprenditori della Regione Abruzzo in particolare Chieti e Pescara, mettendoli insieme con i rappresentanti dei paesi in via di sviluppo. Partendo, quindi, dall'esempio concreto dei Frati Minori Conventuali, che dal 2002 a Sabou in Burkina Faso hanno creato un Ospedale che assiste più di 80 mila persone e che realizzerà prossimamente, con il sostegno della CEI, un centro chirurgico che servirà anche a formare i nuovi chirurghi del Paese, oltre ad implementare attività agricole il tutto a favore e coinvolgendo la popolazione locale. In primo luogo la Onlus Opere Missionarie Francescane della Provincia d'Abruzzo dei Frati Minori Conventuali, che dal 2002 è presente nello stato africano del Burkina Faso, dove, nella regione di Sabou (80.000 abitanti distribuiti su 30 villaggi), ha realizzato una missione con ospedale, un serbatoio d'acqua ed un magazzino munito di gruppo elettrogeno, assumendo ben 50 lavoratori locali. Inoltre, sono in fase di sviluppo attività agricole su una vasta area di terreni coltivabili e, con il sostegno della CEI, sta per essere realizzato un Centro Chirurgico che sarà utilizzato anche per la formazione di personale sanitario locale. Sviluppo in loco, dunque, esempi ce ne sono, il territorio partecipa e risponde in modo silenzioso, ma concreto e importante".

 

"Nel 2002 i nostri frati andarono in Burkina con l'idea di poter realizzare un ospedale che oggi ha 52 dipendenti locali, un risultato in un'Europa che vive il dramma dell'immigrazione – conclude padre Fabrizio Maria De Lellis, Ministro provinciale dei Frati minori conventuali d'Abruzzo e Molise - L'obiettivo è quello di aiutare persone in loco e grazie al contributo dell'8 per mille in Burkina potremo presto iniziare anche la costruzione del reparto di chirurgia che renderà il centro medico si trova a Sabu una piccola eccellenza che aiuta una popolazione di 100/120.000 persone. La nostra realtà in silenzio ha fatto tantissimo, la solidarietà costruisce opere a servizio della comunità. E questo è di certo il modo più concreto di dare una mano, in modo che trovino risposte anche nel paese più povero dell'Africa come il Burkina Faso e non partano alla volta dell'ignoto".

 

Il convegno è organizzato insieme dalla Onlus Opere Missionarie Francescane della Provincia d'Abruzzo dei Frati Minori Conventuali e dalla Ong Emergenza Sorrisi , che dal 2007 opera nei difficili scenari di regioni come l'Iraq, l'Afghanistan, il Kurdistan, il Benin, la Georgia, il Congo ed il Gabon, intervenendo in favore dei bambini con gravi malformazioni del volto, conseguenze di ustioni e traumi di guerra, dall'Associazione Giuristi Cattolici di Pescara, sodalizio che promuove il riconoscimento della persona umana e dei suoi diritti a prescindere dalle differenze culturali, promuovendo il connubio tra diritto e morale, da Amsi, Associazione Medici Stranieri in Italia che insieme ad Uniti x Unire porta avanti principi di aggregazione e di integrazione per persone di origine e di religione differenti.

Parteciperanno attivamente al convegno il Sindaco di Pescara Marco Alessandrini ed il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco insieme al Vescovo Mons. Tommaso Valentinetti, al Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Pescara Donato di Campli, che insieme ad Ambasciatori e Rappresentanti Diplomatici di Paesi che invitati presenteranno le loro esperienze e proposte per ridurre i flussi migratori, fra i quali Burkina Faso, Nuova Guinea, Afghanistan, Lega Araba, Senegal, Palestina.

Ufficio Stampa comune di Pescara

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK