Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Caos in via battisti e Piazza Muzii, Cerolini si rivolge al Prefetto

| di Guido Cerolini
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“Ora basta: in via Cesare Battisti e piazza Muzii la misura è colma. Non sono più tollerabili le risse, il caos, il disordine pubblico notturno e i pericoli cui sono esposti residenti e fruitori. E non sono più tollerabili le prese per i fondelli di un’amministrazione comunale incompetente che confonde la movida con il caos, che non è in grado di assumere una sola decisione tesa a tutelare gli operatori commerciali ma anche chi in quelle strade ha la sorte di abitarci da cinquant’anni. A questo punto il Coordinamento cittadino di Forza Italia rivolge un nuovo appello al Prefetto Francesco Provolo affinchè convochi con la massima urgenza un Tavolo tecnico del Comitato per l’Ordine pubblico e la sicurezza invitando anche i rappresentanti dei residenti affinchè vengano individuate le misure più idonee per contrastare le problematiche sociali della zona, con la messa in mora della giunta Alessandrini che in due anni di governo ha cancellato il turno notturno della Polizia municipale, abbandonando la città al degrado”.

La denuncia arriva dal Coordinatore cittadino di Forza Italia Guido Cerolini.

“Nella città delle notti bianche, del divertimento sfrenato, del mare inquinato, si pensa a tutto, tranne che alla sicurezza di coloro che frequentano la nostra città o che ci vivono, ritrovandosi con decine di locali di intrattenimento serale sotto i balconi di casa dall’oggi al domani – ha ricordato il Coordinatore Cerolini -. Soprattutto la sicurezza non è una priorità per la classe politica Pd che oggi governa la città: non lo è per il sindaco Alessandrini, assente su qualunque tematica cittadina; non lo è per il giovane assessore-festaiolo Cuzzi, troppo impegnato a trovare cosa fare la sera, tra ruote panoramiche, notti bianche inopportune e una politica turistica fatta da rumore e caos; non ci pensa il vicesindaco Del Vecchio, anche lui troppo impegnato tra scarichi inquinanti nel fiume e nel mare, spiagge off limits ai bagnanti e l’assenza dei più elementari servizi rivolti ai cittadini. La sicurezza non è una priorità per una giunta comunale che in due anni ha devastato Pescara. A farne le spese oggi è il quadrilatero della ‘nuova’ movida, quello di piazza Muzii-via Cesare Battisti, ormai completamente allo sbando. Gli episodi dell’ultimo fine settimana, con tavoli e sedie addirittura scagliati contro gli avventori e la rissa conseguente, impongono di alzare la soglia di attenzione per tentare di arginare, se ancora possibile, la problematica. Il 27 giugno scorso, dopo le mille proteste dei residenti del centro di Pescara, e dopo l’investimento sulla riviera di una giovane ragazza, centrata in pieno mentre attraversava la strada dinanzi allo stabilimento balneare ‘San Marco’, lo stesso vicesindaco, commissariando il sindaco-fantasma Alessandrini, ha ufficializzato il ripristino del turno notturno della Polizia municipale, con l’organizzazione di pattuglie che, a partire dal primo luglio, sarebbero rimaste in servizio fino alle 4 del mattino, almeno dal giovedì all’alba di lunedì, proprio per garantire la tutela dei cittadini nel periodo estivo.

Un annuncio che ha fatto tirare un sospiro di sollievo a molti cittadini, peccato che quelle parole siano rimaste, appunto, solo parole. Sono trascorsi tre mesi da quelle dichiarazioni e del turno notturno dei vigili urbani non s’è vista traccia. Anzi è chiaro che il servizio fino all’alba non è neanche stato discusso al Comando della Polizia municipale, con gli stessi sindacati, con i quali l’attività andava comunque concordata e organizzata, e gli stessi sindacati, infatti, non ne hanno notizia. E a questo punto è evidente che non possiamo più fare affidamento sulle vuote promesse di sindaco e vicesindaco, ma occorre trovare una misura per riportare ordine e controllo nell’area della movida. Per questa ragione, il Coordinamento cittadino di Forza Italia rivolge nuovamente il proprio appello al Prefetto Provolo: al Prefetto chiediamo di venire in via Battisti già venerdì prossimo per rendersi conto con i propri occhi di cosa accade nella zona dopo mezzanotte. E a lui chiediamo di convocare le Istituzioni, attraverso il Comitato per l’Ordine pubblico e la Sicurezza, per imporre la presenza delle Forze dell’Ordine nel quartiere, a partire dalla Polizia municipale, nelle ore notturne, perché è chiaro che già la presenza di una divisa rappresenta un utile deterrente. Infine al Prefetto chiediamo di svolgere un’azione preventiva sull’ordinanza che il sindaco Alessandrini a giorni dovrà rinnovare per ridurre gli orari di attività e d’intrattenimento nella zona al fine di garantire la tutela dei residenti, ma anche dei giovani frequentatori del posto”.

 

Guido Cerolini

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK