Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Caos movida Piazza Muzii, Cerolini: "Nessuna ordinanza che disciplina la chiusura delle attività"

| di Guido Cerolini
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“Si prepara un nuovo fine settimana di caos, risse e schiamazzi per il quadrilatero della movida via Cesare Battisti-piazza Muzii. Troppo impegnato a giocare a scacchi con le pedine della sua giunta comunale, il sindaco Alessandrini si è scordato di riscrivere l’ordinanza per disciplinare le ‘notti brave’ dell’area residenziale, dove in un anno si sono moltiplicate le attività di intrattenimento notturno. Tradotto, domani notte ogni locale potrà chiudere bottega quando riterrà più opportuno, senza alcun limite, tanto che già otto attività hanno annunciato la volontà di abbassare la serranda alle 2, che non significa garantire il riposo dalle 2 in poi ai residenti, ma semplicemente far spostare gli avventori all’esterno dei locali, per continuare le loro bisbocce, ai danni di quelle famiglie che si vedono private persino del diritto al sonno notturno. Inaccettabile l’indifferenza del sindaco Alessandrini e la sua inerzia, inaccettabile l’assenza di confronto, inaccettabile la violazione dei diritti dei cittadini. Forza Italia rinnova di nuovo all’appello al Prefetto Provolo affinchè intervenga personalmente sulla vicenda, e soprattutto imponga al sindaco la firma della nuova ordinanza di disciplina notturna delle attività, con un taglio degli orari”.

Lo ha detto il Coordinatore cittadino di Forza Italia Guido Cerolini.

“Nella città delle notti bianche, del divertimento sfrenato, del mare inquinato, si pensa a tutto, tranne che alla sicurezza di coloro che frequentano la nostra città o che ci vivono, ritrovandosi con decine di locali di intrattenimento serale sotto i balconi di casa dall’oggi al domani – ha ricordato il Coordinatore Cerolini -. Soprattutto la sicurezza non è una priorità per la classe politica Pd che oggi governa la città: non lo è per il sindaco Alessandrini, assente su qualunque tematica cittadina; non lo è per il giovane assessore-festaiolo Cuzzi, troppo impegnato a trovare cosa fare la sera, tra ruote panoramiche, notti bianche inopportune e una politica turistica fatta da rumore e caos; non ci pensa il vicesindaco Del Vecchio, anche lui troppo impegnato tra scarichi inquinanti nel fiume e nel mare, spiagge off limits ai bagnanti e l’assenza dei più elementari servizi rivolti ai cittadini. La sicurezza non è una priorità per una giunta comunale che in due anni ha devastato Pescara.

A farne le spese oggi è il quadrilatero della ‘nuova’ movida, quello di piazza Muzii-via Cesare Battisti, ormai completamente allo sbando. Appena dieci giorni fa le ultime risse, con tavoli e sedie addirittura scagliati contro gli avventori. E ora la situazione, se possibile, è ulteriormente peggiorata – ha sottolineato il Coordinatore Cerolini -: tutto impegnato a rimescolare le carte della sua giunta comunale, clamorosamente bocciata per le evidenti incapacità e i macroscopici errori degli ultimi due anni, il sindaco Alessandrini si è pure scordato di rinnovare l’ordinanza di disciplina degli orari di attività notturna dei locali nel quadrilatero centrale, scaduta lo scorso 2 ottobre. Il che significa che da domani notte ogni attività potrà decidere, autonomamente, quando abbassare la serranda, senza limiti né sanzioni. Oggi sappiamo che otto gestori avrebbero intenzione di chiudere le attività alle 2 di notte, una volontà offerta ai residenti come un ‘regalo’, quasi un favore, per aver scelto di chiudere alle 2, che significa semplicemente spostare il rumore all’esterno dei locali, sulla strada, sulle scale del mercato coperto, dove i presenti potranno continuare tra caos, risate e schiamazzi sotto le finestre dei residenti. Ancora una volta a Pescara manca il ‘polso’, manca una testa capace di pensare, di decidere e di disporre e di far rispettare quanto disposto, ovvero manca un sindaco. Non è accettabile pensare di lasciar scegliere ai gestori dei locali quando e come lavorare in un’area residenziale come piazza Muzii; non è accettabile dimenticarsi di fare un’ordinanza che tuteli chi ha diritto di dormire, almeno di notte. Purtroppo tutto lascia pensare che Alessandrini, in forte imbarazzo, non volendo scontentare né gli esercenti né i cittadini, abbia deciso di non-decidere, lavandosi le mani della vicenda alla Ponzio Pilato, e abbandonando piazza Muzii al proprio destino. Ovviamente Forza Italia alza l’attenzione: chiediamo al sindaco di firmare subito l’ordinanza per disporre gli orari di chiusura dei locali, prestando attenzione ai residenti, ovvero tutelando il riposo notturno. E chiediamo al Prefetto Provolo di vigilare affinchè quell’ordinanza venga subito emessa”.

Guido Cerolini

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK