Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Alessandrini a Roma con auto e autista senza obblighi istituzionali, Acerbo: "Aspetto ancora di conoscere i motivi"

| di Maurizio Acerbo
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Ieri ho denunciato in diretta tv il malcostume del sindaco di Pescara che è arrivato presso gli studi Rai di Saxa Rubra con auto, autista e addetto stampa del Comune per partecipare a una tribuna politica che nulla aveva a che fare con i suoi compiti istituzionali.

Il sindaco in trasmissione aveva risposto alla mia critica con un impegno: "Fornirò all'onorevole Acerbo anche la mia agenda così spieghiamo quali sono le ragioni che ci hanno condotto a Roma".

Peccato che poi che nel prolisso comunicato sull'argomento il sindaco Alessandrini non abbia fornito alcuna delucidazione sulle ragioni per cui i contribuenti pescaresi hanno dovuto pagare benzina, autostrada, e due dipendenti comunali per consentire al sindaco di andare a fare campagna elettorale fuori Regione.

Ricordo che il comportamento del sindaco, come quello di quasi tutti gli esponenti di governo nazionale, regionale o locale del PD del NCD contrasta con la normativa in materia di campagna elettorale (e non solo).

Il sindaco ha ricevuto, come tutti i suoi colleghi, la tradizionale circolare della Prefettura che al punto a) chiarisce che "singoli soggetti titolari di cariche pubbliche (...)possono compiere, da cittadini, attività di propaganda al di fuori dell'esercizio delle proprie funzioni istituzionali, sempre che, a tal fine, non vengano utilizzati mezzi, risorse, personale e strutture assegnati alle pubbliche amministrazioni per lo svolgimento delle loro competenze".

 

La critica al sindaco di Pescara non è dunque antipolitica ma richiamo al rispetto della normativa e della correttezza istituzionale.

Oggi pare che il sindaco andrà a Napoli a una manifestazione per il Si con la sua automobile e a sue spese. Segnalare il malcostume è servito a ricondurre il sindaco a comportamenti più corretti.

Purtroppo le cattive frequentazioni hanno incrinato la cultura della legalità che avrebbe dovuto contraddistinguere il nostro sindaco. 

Maurizio Acerbo

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK