Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Prevenzione oncologica, 28 studenti del Galilei saranno i primi Operatori della Prevenzione

| di LILT Pescara
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“Saranno i 28 studenti della classe prima C del Liceo Scientifico ‘Galilei’ di Pescara i primi ‘Operatori della Prevenzione’ del 2018 che la Lilt – Lega Italiana lotta contro i Tumori – Sezione di Pescara andrà a formare nell’ambito del Progetto ‘Sistema Salute’, che quest’anno ha raggiunto l’undicesima edizione. Quattro gli incontri che i ragazzi seguiranno con i nostri volontari e con medici specialistici per affrontare il nodo della prevenzione oncologica, un corso che si concluderà con la preparazione di un elaborato, di un prodotto informativo-divulgativo, che i ragazzi presenteranno a ottobre prossimo, nel corso della nuova edizione del Congresso Nazionale ‘Sistema Prevenzione Oncologica’”.

Lo ha detto il professor Marco Lombardo, Presidente della Lilt di Pescara e Coordinatore della Lilt Abruzzo, al termine del primo incontro odierno con gli studenti della classe Prima C. Presenti anche la psiconcologa della Lilt, la dottoressa Maria Di Domenico e il membro del Direttivo Anna Maria Melis, referenti del progetto ‘Sistema Salute’ che quest’anno sarà caratterizzato dallo slogan ‘Il Futuro inizia da ieri’.

“La Lilt, che si appresta a tagliare il traguardo dei 100 anni dalla fondazione – ha spiegato ai ragazzi il professor Lombardo – si occupa di prevenzione primaria, secondaria e terziaria, ovvero divulghiamo le norme da seguire per un corretto stile di vita che ci consenta di non ammalarci, che scongiuri l’insorgenza della malattia, ricordiamo l’importanza degli screening periodici per individuare, eventualmente, un tumore quando è ancora piccolissimo, che significa guarire il paziente, e di sostenere chi invece si è già ammalato e di garantirgli un adeguato supporto sociale, lavorativo, aiutandolo a conservare il suo posto, e riabilitativo. La lunga attività in ospedale, a capo del Dipartimento Onco-Ematologico prima e, poi, undici anni di esperienza con il Progetto ‘Sistema Salute’, ci hanno fatto comprendere quanto sia importante informare e formare la popolazione sul tema della prevenzione ed è per questo che siamo entrati nelle scuole, attraverso una convenzione generale stipulata con il Miur e una specifica con il Liceo Scientifico ‘Galilei’ e per alcune settimane lavoreremo con i 28 studenti che hanno aderito all’iniziativa e che dovranno diventare i nostri ‘Operatori della Prevenzione 2018’: forniremo loro gli strumenti inerenti la cultura della prevenzione oncologica, toccando alcune patologie specifiche tra le quali saranno gli studenti a scegliere poi la materia da approfondire e sulla quale preparare un prodotto divulgativo, uno spot televisivo, una brochure a misura di adolescente, delle slide, un prodotto che i ragazzi presenteranno a ottobre prossimo in occasione del nostro Congresso nazionale nel quale saranno proprio gli studenti i relatori che dovranno illustrare e informare la popolazione sull’importanza della prevenzione, conseguendo un attestato finale. Per capire la rilevanza di tale iniziativa, partiamo dai numeri: ancora oggi, purtroppo, il 47 per cento della popolazione non fa prevenzione; la fa regolarmente solo il 22,40 per cento dei cittadini italiani; il 16 per cento la fa in modo non regolare; il 14 per cento la fa raramente. È chiaro che la fetta del 47 per cento è preoccupante e il ruolo formativo e coinvolgente dei ragazzi in tal senso è fondamentale”. Subito dopo il professor Lombardo è sceso nel dettaglio della giornata: “Nelle prossime settimane parleremo del ‘corretto stile di vita’, ossia di quelle regole, poche ma strategiche, che portano a uno sviluppo sano del corpo e della mente: da una parte ci sono le attività sportive, e solo facendo sport si abbatte del 10-15 per cento il problema cancro; con una nutrizione attenta il problema si abbatte del 20-30 per cento. Purtroppo nell’Italia del sud c’è un tasso di obesità infantile del 30 per cento che va contrastato perché il sovrappeso determina uno stato di infezione cronica con inizio del percorso di cancerogenesi. I numeri ci dicono dunque che già con le due attività promosse dalla Lilt l’incidenza del problema cancro si può abbattere del 40 per cento. Ma la percentuale può salire ulteriormente se pensiamo che con un corretto stile di vita, con la predisposizione all’ascolto del sintomo e con la diagnosi precoce è possibile guarire il 54 per cento di tutti i casi di tumore, ovvero l’80-90 per cento dei casi di tumore alla mammella, alla cavità orale e il melanoma, grazie ai progressi della medicina che ha consentito di mettere a punto i farmaci biologici. Ai ragazzi parleremo in particolare della prevenzione del melanoma, che ancora oggi è la prima causa di morte tra i giovani sino a 35 anni. Le statistiche ci dicono che oggi tra le donne si registrano 2 nuovi casi ogni 100mila abitanti ogni anno; tra gli uomini 2,8 casi ogni 100mila abitanti ogni anno, eppure, anche in questo caso, basta osservare poche regole per evitare l’insorgere della malattia, come il proteggere la propria pelle quando ci si espone al sole ed effettuare controlli regolari sui nei. E infine affronteremo il problema dei tumori al collo dell’utero, che fanno registrare 2.300 nuovi casi l’anno, oggi rischia di ammalarsi una donna ogni 160 nella fascia giovanile ed è allora fondamentale la diagnosi precoce per individuare le cause di tale malattia, ovvero la presenza di lesioni precancerose, o la presenza di infezioni o virus come l’Hpv”. A seguire gli studenti nel percorso sarà ora la psiconcologa Di Domenico che effettuerà una seconda lezione-colloquio con i ragazzi per individuare quale ramo della prevenzione approfondire, e che vedrà a quel punto l’intervento di uno specialista, per poi lavorare sul prodotto divulgativo finale.

I 28 studenti della classe prima C coinvolti nel progetto sono:

  1. Marco Anacardio
  2. Michele Antonaros
  3. Alessandro Baldassarre
  4. Tommaso Ballone
  5. Mario Basile
  6. Hristina Alexandrova Bogdanov
  7. Fabrizia Carota
  8. Cristiano Cavallucci
  9. Francesca Colazilli
  10. Giovanni Dionisio D’Amico
  11. Caterina D’Isidoro
  12. Jacopo De Luca
  13. Maxim Claudio De Sanctis
  14. Francesco Del Marro
  15. Luigi Di Bartolomeo
  16. Roberta Di Francesco
  17. Angelica Di Michele
  18. Francesca Di Nicola
  19. Caterina Di Profio
  20. Angely Nicole Dimas Prado
  21. Valerio Falcone
  22. Eleonora Garbuglia
  23. Luigi Lizza
  24. Alfredo Longhitano
  25. Roberto Quintiliani
  26. Giorgio Giacomo Giacinto Rasetti
  27. Simone Triozzi
  28. Elisabella Maria Zanno

LILT Pescara

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK