Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Forza Italia attacca: Blasioli chiede a ''papà'' D'Alfonso i fondi per riparare le buche

| di Forza Italia Pescara
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“L’assessore Blasioli si accorge a scoppio ritardato dell’emergenza crateri a Pescara ma, anziché attivarsi per trovare risorse nel proprio bilancio, va a piangere da papà-D’Alfonso e a elemosinare gli ennesimi 2milioni di euro. Forse non ha capito che il Governatore D’Alfonso, divenuto senatore, non può più soccorrere le emergenze di Pescara né continuare a mettere le pezze per mascherare l’incapacità della giunta Alessandrini. Ma soprattutto Blasioli la deve finire di sperperare i soldi pubblici in opere inutili e deve concentrare ogni centesimo per restituire agibilità a sicurezza alle nostre strade. Se non ha l’adeguatezza amministrativa per farlo, è pregato di farsi da parte e lasciare il governo della città a chi è in grado di fronteggiare l’ennesima emergenza firmata Pd”.

Lo ha detto il Capogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara Marcello Antonelli in replica alla richiesta del vicesindaco Blasioli che per affrontare l’emergenza buche su Pescara si è rivolto di nuovo alla Regione Abruzzo.

“C’è da restare allibiti dinanzi al comportamento di una giunta comunale inadeguata, composta da dilettanti allo sbaraglio che hanno messo in ginocchio la città – ha sottolineato il Capogruppo Antonelli -. È stata Forza Italia a lanciare l’allarme 12 giorni fa quando, dopo alcuni giorni di ordinario maltempo invernale, le strade di Pescara si sono sbriciolate, con l’apertura di crateri inspiegabili e ingiustificabili. A fronte della nostra richiesta di un intervento straordinario, ci ha risposto proprio l’assessore delegato Blasioli gettando acqua sul fuoco e propinando la sua ricetta-barzelletta, ovvero che da aprile, ossia tra 30 giorni, si sarebbero riqualificate solo viale Riviera nord e viale Riviera sud, opere peraltro già previste da un anno, ignorando tutto il resto. Dopo 12 giorni, risvegliato dal letargo amministrativo-invernale dalla prima aria di primavera, Blasioli si è accorto di amministrare una città bombardata ed è corso a piangere da papà-D’Alfonso questuando l’erogazione di 2milioni di euro. È ora di finirla: innanzitutto il Comune di Pescara i soldi li ha e partiamo con i 250mila euro gettati all’aria per la contestatissima pista ciclabile di viale Leopoldo Muzii, i 250mila euro per l’inutile mercatino fintamente etnico nel tunnel ferroviario, e ancora 50mila euro per l’inutile pista ciclabile in via Regina Margherita, o gli 800mila euro per l’altrettanta inutile pista ciclabile in via Aldo Moro-via delle Casette o ancora i presunti 12milioni di euro-fondi Masterplan per le aree di risulta. I soldi il Comune di Pescara li ha, ma li ha spesi male e continua a farlo. In secondo luogo, a questo punto ci chiediamo a cosa serva il Piano Triennale delle Opere pubbliche se non per programmare le opere urgenti e improcrastinabili che occorrono alla città. E allora di nuovo torniamo a chiedere di riportare con urgenza in Consiglio comunale il Piano Triennale delle Opere pubbliche, almeno per l’annualità 2018, al fine di eliminare tutte le iniziative e le opere non urgenti e dirottare sino all’ultimo centesimo disponibile per il rifacimento delle strade cittadine, portando subito una maxi-variante e per individuare insieme le priorità e le urgenze assolute, visto che, come ha finalmente ammesso lo stesso Blasioli, siamo di fronte a un’emergenza senza precedenti e anche su questo poi chiederemo conto. Forse Blasioli non ha compreso che questa è l’unica strada percorribile per una ragione chiara – ha insistito il capogruppo Antonelli -: ormai il Governatore D’Alfonso non può più continuare a fare la stampella della giunta Alessandrini, mettendo pezze e rattoppi alle mille lacune di una giunta comunale inadeguata. Quei 2 milioni di euro il Presidente D’Alfonso non ha più né i mezzi, né gli strumenti amministrativi, né il tempo per trovarli nel proprio bilancio e dirottarli su Pescara, specie ora che, finite le elezioni, in Regione si respira l’aria del ‘leviamo le tende-si salvi chi può’. Né Pescara può attendere il prossimo governo regionale per restituire agibilità alle proprie strade che oggi, nelle attuali condizioni, andrebbero semplicemente chiuse al traffico e la cui responsabilità ricade interamente sul sindaco Alessandrini”.

Forza Italia Pescara

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK