Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Montesilvano, il Comune dovrebbe pubblicare i dati sull'uso dei proventi delle multe del Photored

| di Federconsumatori Abruzzo
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Torna come un mantra la polemica ad ogni introduzione di strumenti elettronici per il controllo del traffico cittadino e Montesilvano non è da meno.

E’ stato così quando l’Amministrazione comunale ha installato il photored sulla via Nazionale all’incrocio con via Adige, lo è oggi con la installazione di analoghi apparecchi su altri due incroci, la definizione minima è quella di “semafori killer” per allargare il discorso al mancato recupero di somme dovute da contribuenti morosi ponendo questa azione sullo stesso piano della lotta per un maggior livello di sicurezza da raggiungersi attraverso il rispetto delle regole previste dal Codice della Strada.

La Federconsumatori, attenta al problema è più volte intervenuta sul tema con una precisa posizione: al rispetto delle regole non si deroga, i Comuni devono utilizzare i proventi delle sanzioni come previsto dal Codice della Strada per migliorare la viabilità, potenziare i sistemi di controllo, attuare piani e programmi di educazione stradale.

L’incidentalità ed i decessi per infortuni stradali è considerata dalla Organizzazione mondiale della sanità una malattia che dall’attuale settima posizione come causa di morte si prevede scali la graduatoria fino alla 5° posizione tra 20 anni e ciò per l’assenza di azioni efficaci tese a contrastarne la frequenza e la gravità.

In Italia l’introduzione massiccia di strumenti di controllo sulle autostrade ha portato ad una sensibile diminuzione degli incidenti stradali, non altrettanto si è conseguito sulle strade extraurbane o cittadine e ciò per le difficoltà normative e per l’opposizione alla loro introduzione da parte di comitati vari. Attualmente il numero dei decessi per incidenti stradali in Italia supera le 3.000 unità (una città della dimensione di Moscufo scompare ogni anno !!!  ) senza considerare i feriti gravi e le conseguenze per malattie e invalidità permanenti che rimangono come conseguenze degli stessi incidenti per quanti sopravvivono agli stessi.
Ciò premesso la Federconsumatori nel rinnovare la propria posizione favorevole ad ogni azione di contrasto a comportamenti che violino il Codice e la sicurezza della circolazione stradale, chiede che l’Amministrazione comunale renda noti i dati circa l’utilizzo dei proventi delle contravvenzioni elevate negli anni per violazioni alle norme sulla circolazione stradale, chiede infine un incontro per conoscere ed esaminare i progetti che l’Amministrazione ha in cantiere su queste tematiche con il fine di apportare il proprio contributo.

Federconsumatori Abruzzo

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK