Consegnati i Ciattè e i Delfini d'oro. Ecco i nomi e le motivazioni

| di la redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Come ogni tanno, nella giornata di San Cetteo, del santo patrono di Pescara, sono stati consegnati i Ciattè D'Oro e i Delfini D'oro.

Di seguito l'elenco dei nomi e delle motivazioni delle assegnazioni.

Ciattè d'Oro alla memoria 

Suor  Maria Olga Pignatelli, suora comboniana, missionaria e storica volontaria a servizio degli ospiti della mensa Caritas.

Perché la carità è operosa, silente, gratuita, la carità è capiente, offre sorrisi aperti a chi ha poche ragioni per sorridere e un pasto sempre caldo in cui ritrovare le speranze.

Tutto questo è stata suor Olga ed è per questo che la Città oggi vuole dirle grazie.

Edoardo Tiboni, patron del Premio internazionale di cinema e letteratura Ennio Flaiano, creatore del Mediamuseum e infaticabile operatore della cultura abruzzese.

Perché ha fatto della cultura una leva per sollevare Pescara e l'Abruzzo, attraverso i nostri più autorevoli talenti, regalando alla letteratura, al cinema, alla televisione uno spazio nuovo, capace di parlare a tutti e di raccontarsi con chiarezza e rigore.

 

Ciattè d'Oro

 Antonella De Angelis. Musicista, Direttrice dell'Orchestra Femminile del Mediterraneo. 

Perché coltivando la passione per la musica è diventata ambasciatrice della sua bellezza. Msicista, docente, fondatrice e Direttrice dell'Orchestra Femminile del Mediterraneo.

Dalla Città giunge un applauso speciale anche per le note umanitarie che arricchiscono da sempre le sue melodie.

 Augusto D'Agostino, professore di educazione fisica e animatore della vita sportiva cittadina

 Alla sua vita ispirata ai valori dello sport, che ha incarnato da formatore, da testimone e da tecnico di lungo corso, consapevole di quanto sia importante infondere quello spirito sportivo fatto di rispetto e sfida, che vince sempre, anche quando non ha podi da conquistare.

 Antonio Del Giudice, giornalista, direttore del Centro per oltre 10 anni, oggi scrittore pluripremiato.

Raccontare la realtà è un privilegio e un onere: il privilegio di darle voce, l'onere di rappresentarla fedelmente e di seguirne il corso. Dalla Città di Pescara il grazie per averle dato voce e attenzione soprattutto attraverso la lunga esperienza alla guida del quotidiano "Il Centro" oltre che con i suoi libri, e per essere diventato parte della sua gente.

 Padre Fiore Paglione, musicista e Maestro della corale Polifonica di Sant'Andrea.

Perché attraverso la fede e l'amore per la musica ha svelato a tanti il magico segreto del canto, ne è diventato Maestro, riuscendo a modulare le vibrazioni delle splendide voci radunate nei cori di cui insieme ai Maestri Nicola Bizzarri ed Enrico Summonte è stato fondatore, con i battiti del cuore di chi, da tanti anni, ne ascolta la melodia.

Michele Ramenghi, pediatra.

All'uomo che ha tenuto a battesimo il primo reparto di Neonatologia della Città, dando forza, con le sue competenze, alla vita dei bambini più vulnerabili, perché si sviluppasse anche nelle condizioni più disperate e che è diventato esempio per generazioni di medici e di pediatri.

 Franco Summa, artista poliedrico, pittore, scultore, creativo e autore di performance e monumenti cittadini.

A volte le parole non bastano e servono i colori e le forme per esprimere la vita che ognuno si porta dentro. Dalla Città arriva il grazie a chi è riuscito a trasformare l'arte in un costante gioco di bellezza, capace di alimentare il pensiero e di far rinascere lo spazio urbano a nuova vita. 

Delfini d'Oro

Pierluigi Ciocca, banchiere ed economista, per 11 anni direttore generale della Banca d'Italia in cui è stato per 40.

A un uomo delle istituzioni italiane ed europee, a un autorevole economista che con i suoi studi è diventato voce internazionale della politica economica, un nome che onora la sua Città per aver messo la lunga esperienza nella massima istituzione economica nazionale a servizio della crescita del Paese e del buon andamento dei mercati.

 Luigi Falconi (detto Gigino), pittore di lungo corso.

Dalla Città divenuta casa della sua arte ad una carriera lunga 60 anni, iniziata da artista prodigio e costruita fermando le emozioni di una vita in centinaia di opere. Grazie per il tratto deciso e intenso che ha reso onore alla nostra identità e alla nostra terra.

Gli ultimi due Delfino d'Oro, verranno consegnati in una data diversa a causa della impossibilità dei destinatari a prendere parte alla cerimonia odierna. Si tratta di:

Andrea Prencipe, Magnifico Rettore dell'Università Luiss Guido Carli, saggista, studioso.

A una mente piena di talento, che infonde nei giovani il più alto valore della cultura e arricchisce il mondo con i suoi studi e la spinta verso l'innovazione che lo anima, dalla città dove si è formato, da cui ha mosso i primi passi e dove ha deciso di restare a vivere.

Giovanni Pettorino, ammiraglio e Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Guardia Costiera.

Per tutti gli anni dedicati al mare e alla sua gente, per quelli spesi nella nostra città, che ricorda la sua straordinaria umanità, la propensione a farsi positivo fautore delle regole e il suo costante impegno sulla sicurezza di quanti vivono e lavorano ogni giorno lontani dalla terra ferma.

la redazione

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK