Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Carrello elevatore: la storia, le caratteristiche e gli aspetti rilevanti

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Il carrello elevatore è un macchinario di particolare potenza indispensabile in tutti gli ambiti lavorativi in cui sia necessario movimentare carichi pesanti in breve tempo. Infatti, lo si ritrova spesso nelle aziende ed in particolare nei magazzini e nei depositi. La nascita di tale interessante veicolo industriale viene fatta risalire agli anni venti del Novecento, grazie al celebre inventore statunitense Eugene Clark.

Tuttavia, la sua diffusione è avvenuta dopo il secondo conflitto mondiale, in concomitanza con l'aumento dell'uso del pallet e con la crescente industrializzazione, che ha portato alla necessità di occupare lo spazio anche in verticale. Nel corso degli anni i carrelli elevatori, avendo ottenuto un grande successo, sono stati sottoposti a numerose innovazioni tecnologiche, per quanto riguarda le prestazioni, il comfort per i conducenti ed il campo della sicurezza.

Spesso, tale macchina viene chiamata anche muletto, per via del poderoso lavoro che è chiamata  a compiere, che ricorda quello attuato dal mulo. Attualmente in commercio è possibile trovare numerose tipologie di carrelli elevatori e case produttrici. Tuttavia, in fase d'acquisto, per non commettere errori, è importante affidarsi a professionisti del settore, come la ditta Orzi Carrelli Elevatori, che mette a disposizione dei propri clienti mezzi di ottima qualità, destinati a durare nel tempo.

Le caratteristiche principali dei carrelli elevatori

I carrelli elevatori vengono utilizzati nelle grandi, ma anche nelle piccole imprese, ovunque sia necessario movimentare della merce particolarmente pesante. Di norma, sono dotati di forche montate su carrello telescopico e postazione di guida. Nel caso in cui quest'ultimo elemento manchi e la movimentazione sia dovuta alla presenza di batterie elettriche, si parla di hard pallet truck, mentre se sprovvisto anche di tale elemento, si parla, invece, di transpallet (carrello meccanico), che ha capacità di movimentazione ridotte.

Per quanto riguarda il motore, si possono trovare muletti a benzina, a GPL, diesel o elettrici, la scelta dipende molto dalle necessità lavorative. Inoltre, i carrelli elevatori possono avere 3 ruote (due anteriori ed una posteriore posta in posizione centrale, a volte anche doppia), che possono andare bene quando il carico da movimentare non è eccessivo ed il terreno su cui ci si muove non presenta asperità particolari, o 4 ruote, utili quando si desidera avere una maggiore stabilità.

In più, le gomme possono essere piene (cushion), che vanno bene qualora non sia necessario lavorare all'aperto o su superfici accidentate, in caso contrario è possibile prevedere anche l'impiego di appositi pneumatici. Altro aspetto da considerare è che la parte posteriore di tale mezzo è sempre molto pesante, in modo da fungere da contrappeso. Di fatto, in media, il carrello elevatore pesa il doppio della capacità massima di sollevamento.

Alcuni aspetti da valutare prima della scelta

Prima di procedere all'acquisto di un carrello elevatore è fondamentale avere un'idea precisa del lavoro da svolgere, ma soprattutto del peso movimentato. Infatti, se l'uso del carrello previsto è saltuario (poche ore al giorno) ed i carichi da sollevare sono contenuti (non oltre i 35 quintali), è possibile pensare di optare per un muletto elettrico, a maggior ragione se la movimentazione avviene quasi esclusivamente al chiuso. Infatti, negli spazi coperti è meglio evitare l'alimentazione a combustibile, in quanto potrebbe essere dannosa per gli operatori in loco.

Da valutare con attenzione è anche il terreno o la pavimentazione su cui si deve attuare la movimentazione, in quanto è necessario capire se sia meglio propendere per delle gomme piene o veri e propri pneumatici. Infine, è bene anche prestare attenzione allo spazio a disposizione, in modo da scegliere la tipologia di muletto più indicata (carrello elevatore quadridirezionale o con movimento esclusivamente laterale). Tuttavia, anche il prezzo ha la sua importanza, per tanto è necessario  tenere a mente che il costo cambia in base al modello ed alle prestazioni garantite.

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK