Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Comunicato ANPI e della Pescara antifascista su CasaPound Italia

Sollecitazione alla mobilitazione della Pescara antifascista

| di Giovanni Dursi
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
Apprendiamo, con profonda indignazione, dell'iniziativa fascista di CasaPound Italia (organizzazione politica perseguita processualmente e fuori legge costituzionalmente) che inaugura, in data odierna, una nuova sede immaginando la tolleranza democratica come opportunità per riproporre il proprio programma politico autoritario, xenofobo, segregazionista, violento, maschilista e liberista con inaugurazioni di sedi elettorali in quartieri popolari come se fosse possibile farlo.
Tale arroganza è legittimata da un processo di crisi dell’assetto democratico e di trasformazione della società e dello Stato che accompagna fenomeni di mobilitazione sociale da parte della “destrta” revanscista che sottopone le masse popolari disorientate ad evidenti manipolazioni per fini di consenso politico .
L'ANPI di Pescara invierà una lettera di sollecitazione al Prefetto, al Questore e al Sindaco evidenziando la natura illegale in quanto fascista di CasaPound Italia che viola sistematicamente il dettato della Costituzione e delle leggi Scelba e Mancino, e ciò anche con il supporto di quanto avvenuto negli scorsi anni, con l'aggravante che vi sia stato, nel tempo, la tolleranza delle autorità competenti.
L’ANPI di Pescara vigilerà, sulla scorta della piena memoria della resistenza partigiana, sul rispetto della legalità repubblicana. Qualora, come si teme fortemente, vi fossero condotte di esaltazione del fascismo, l’Associazione dei partigiani e di chi condivide i valori della Resistenza. procederà con azioni di tutela dei diritti ed interessi legittimi dei cittadini italiani democratici.
Colpisce che, nonostante il Parlamento Europeo abbia approvato una risoluzione che chiede la messa al bando delle organizzazioni neofasciste e neonaziste, venga dato ancora possibilità ad una organizzazione pseudofascista di riproporre le proprie idee ai cittadini pescaresi.
Pertanto, l’ANPI di Pescare sollecita le autorità preposte ad intervenire nel rispetto della legalità costituzionale.
L’ANPI di Pescara - consapevole delle contraddizioni politiche che attualmente attraversano la società civile - si riconferma unico presidio di permanente militanza antifascista.
¡No pasarán!
Per la Segreteria del Comitato provinciale “Ettore Troilo” ANPI di Pescara
Giovanni Dursi

Giovanni Dursi

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK