Il Pescara Comix & Games da appuntamento al 2020

Grande successo di pubblico nella sesta edizione conclusasi ieri

| di Fabio Rosica
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Dopo tre giorni intensi, all’insegna del divertimento e della cultura, ieri sera la sesta edizione del Pescara Comix & Games ha chiuso i battenti, fissando appuntamento al prossimo anno.

Nonostante il tempo spesso incerto e piovoso, in particolar modo proprio nella seconda parte della giornata conclusiva domenicale, gli appassionati e i curiosi hanno affollato numerosissimi, come sempre, la struttura dell’Arca di Villa Raspa. Tutti gli stand presenti sono stati letteralmente presi d’assalto, alla ricerca di fumetti, libri e gadget di ogni specie. I disegnatori hanno distribuito sketch e firmato le loro opere ai fan entusiasti. Mentre i coloratissimi cosplay giravano per la fiera, facendosi fotografare e mostrando con orgoglio i loro bellissimi costumi, nell’area conferenze si sono alternati gli incontri, tutti interessanti e di spessore.

Giovanni Freghieri, Giuseppe Candita, Paolo Antiga, Marco De Rosa, Francesco Dossena, Carmine Di Giandomenico, Francesco Colafella, sono solo alcuni degli importanti nomi che hanno dato lustro all’evento, presentando al pubblico i rispettivi lavori e rispondendo alle domande dei lettori.

Le kermesse fumettistiche, però, oltre a rendere omaggio agli autori già affermati, rappresentano gli ideali trampolini di lancio per tanti giovanissimi che ambiscono a diventare bravi e famosi, come i loro idoli. Anche il Pescara Comix, come da consuetudine, ha ospitato e messo in vetrina queste giovani leve del fumetto. Impossibile citarli tutti, ma segnaliamo senz’altro quelli della Scuola Internazionale, vera e propria fucina di talenti per il mondo della Nona Arte.

Poi abbiamo avuto modo di osservare il lavoro di alcuni talenti ancora poco conosciuti, ma già in rampa di lancio, come il giovane Alex Lovoso: davvero splendido il suo Joker che vedete nelle immagini.

Una segnalazione a parte per Joe Kirby, un bravissimo disegnatore locale, la cui abilità meriterebbe fin da subito platee di spessore.

Oltre alla consueta Area Japan, una delle più amate dal pubblico di genere, quella che ha più meravigliato per la bellezza e la precisione delle opere esposte, è stata la Lego. Nelle immagini alcuni scenari presenti, fra cui quello del bravo Alessandro Ricci.

Il perfetto mix di musica, fumetti, incontri, presentazioni, games, cinema, workshop e tanto altro, che risponde al nome di Pescara Comix & Games, già manca a tutti e il pensiero non può che rivolgersi al 2020, per l’edizione n° 7. Arrivederci a tutti.

 

Fabio Rosica

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK