Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Foschi: sarò il primo a sottoscrivere la richiesta di Consiglio comunale straordinario sul maltempo

| di ufficio stampa Lega Pescara
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“Sarò il primo a sottoscrivere la richiesta di una seduta straordinaria del Consiglio comunale sull’ultima emergenza maltempo a Pescara, annunciata dal consigliere Pd Marinella Sclocco, ma con due modifiche: chiederò al Presidente Antonelli di svolgere la riunione nel quartiere Colli, dove si sono registrati i maggiori danni da grandine e allagamenti, utilizzando gli spazi disponibili dell’ex sede della Circoscrizione in via Di Sotto, per consentire alla cittadinanza di partecipare. E soprattutto chiedo una seduta ‘aperta’ prevedendo la presenza dell’ex assessore ai Lavori pubblici Antonio Blasioli, dell’ex sindaco Marco Alessandrini, in carica sino a un mese fa, e della loro struttura tecnica al completo, oltre all’ex management dell’Aca di Pescara. Mi sembra chiaro che sia l’ex amministrazione comunale a dover chiarire come ieri sia stato possibile un disastro di tale portata, con le condotte rigonfie che hanno letteralmente sventrato metri e metri di asfalto, creando voragini sulla strada e vomitando all’esterno milioni di metri cubi di acqua di fogna o potabile. È evidente che un simile episodio non sia riconducibile a una semplice mancata pulizia dei tombini dell’ultimo mese, ma piuttosto ai lavori propagandati dal Pd negli ultimi cinque anni, con tanto di assessore a presidiare i cantieri, ma lavori fatti malissimo e di cui qualcuno ora dovrà rispondere”.

Lo ha detto il consigliere comunale Armando Foschi, gruppo Lega.

“Credo che la città sia ancora sotto choc per il disastro di ieri, con danni registrati, fortunatamente, solo al patrimonio pubblico e privato: penso alle centinaia di auto devastate dalla grandine, ma anche all’eliporto dell’Ospedale civile, di proprietà comunale, allagato con oltre 40 auto all’interno – ha ricordato il consigliere Foschi –. E penso soprattutto alle decine e decine di strade allagate prima e distrutte poi soprattutto nel quartiere Ospedale-Colli: via del Circuito, via Fonte Romana, via Monte Faito, via Di Sotto, un elenco infinito ancora tutto da scrivere. Peccato che parliamo però di strade non ‘abbandonate’ o di estrema periferia, ma di arterie che da pochi mesi sono state sottoposte a un intervento importante di rifacimento, sotto l’amministrazione del Pd e del sindaco Alessandrini, con un notevole dispendio di risorse pubbliche, ossia dei soldi di tutti noi cittadini. Ed è su questo dettaglio che ritengo occorra fare chiarezza: avremmo voluto farlo in una delle prossime sedute di Commissione consiliare, per evitare accuse di strumentalizzazione. Ma a questo punto, vista la richiesta del consigliere comunale Pd Marinella Sclocco, la quale a nemmeno ventiquattro ore dal disastro, ha già ritenuto opportuno alzare la voce per una seduta straordinaria del Consiglio comunale, non posso che sposare la sua istanza. Pescara ha bisogno di sapere cosa ieri non ha funzionato nel sistema del sottosuolo e perché oggi la città sembra essere stata bombardata – ha proseguito il consigliere Foschi -. Quindi firmerò la richiesta del Consiglio straordinario e chiederò al presidente Antonelli due modifiche: la seduta si dovrà svolgere in via Di Sotto, nell’ex sede della Circoscrizione Colli, invitando tutta la cittadinanza che è stata danneggiata dall’ondata di maltempo di ieri, bloccata fuori casa sino a notte fonda per gli allagamenti e i crateri aperti ovunque. E dovrà essere una seduta aperta per consentirci di interrogare l’ex assessore ai Lavori pubblici Blasioli, oggi consigliere regionale, l’ex sindaco Alessandrini, in carica sino allo scorso giugno, l’intera struttura tecnica che ha progettato e supervisionato, con lo stesso Blasioli, i cantieri per spiegare ai cittadini come sia possibile che una pioggia intensa, finanche un nubifragio, possano aver sventrato strade appena riqualificate con investimenti importanti, un dramma che ha padre e madre, con nomi e cognomi. E chiederò al Presidente Antonelli di chiamare dinanzi ai cittadini anche l’ex Presidente dell’Aca, in carica sino a una settimana fa, altro Ente responsabile dei lavori sulle condotte sotterranee. Sarà la sinistra a doversi assumere le responsabilità di cinque anni di un’amministrazione disastrosa, e a doversi giustificare dinanzi ai cittadini”.

ufficio stampa Lega Pescara

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK