Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Sovraffollamento del pronto soccorso di Pescara, una proposta per risolvere il problema

| di Massimiliano Pignoli
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

"Anche nel corso del sopralluogo che ho fatto questa mattina, abbiamo trovato al pronto soccorso dell'ospedale civile tante persone in attesa. Una situazione che si verifica ormai quasi quotidianamente e che in questo periodo delle festività estive, si fa ancora più difficile da gestire. È arrivato il momento di provare a risolvere il problema, troppe volte rinviato. Per questo oggi, con il capogruppo UDC Massimiliano PIGNOLI rivolgiamo un appello all'assessore regionale alla Salute Verì per mettere in atto il programma di un accordo-protocollo con la ASL che prevede la creazione, all'interno dei locali attigui al pronto soccorso di ambulatori con la presenza ovviamente di personale medico e infermieristico per la gestione dei codici bianchi e verdi, ovvero quelli di persone con patologie non gravi, ma che alla fine per numero, vanno ad intasare il pronto soccorso.

Queste novità erano già state portate Regione, e ora però l'augurio è che possano essere attuate per andare a snellire la portata degli accessi al pronto soccorso, ed evitare problemi di affollamento che si stanno verificando soprattutto in questi giorni".

Il consigliere comunale e capogruppo dell'Udc Massimiliano Pignoli ha sottolineato anche l'opera dell'Amministrazione Comunale nei confronti degli anziani nei giorni di maggiore caldo: "Voglio ringraziare il,personale medico, infermieristico e gli Oss dei vari reparti, soprattutto Medicina e Geriatria, oltre che del pronto soccorso che in questi giorni sono davvero sotto pressione per il gran lavoro e il caldo. Nella giornata di ieri si sono registrati in totale 339 accessi, di cui 3 rossi, 65 gialli, 216 verdi e 55 bianchi che potrebbero essere curati dai medici di base o nelle guardie mediche.

Come vedete, questi numeri dicono che i maggiori accessi riguardano degenti con problemi minori ma che vanno ad ingrossare le fi la delle persone che si recano in pronto soccorso. Per questo, come diceva l'assessore Di Nisio, si potrebbero dar vita a questi ambulatori (in base al protocollo già previsto con stanziamento di fondi), che andrebbero a snellire, e non di poco, il lavoro in pronto soccorso con la gestione delle non urgenze, ovvero codici bianchi e verdi. Per questo,scriverò agli organi competenti, e all'assessore alla Sanità per far si che questo protocollo venga attuato. Infine - ha concluso Pignoli - voglio fare un plauso all'Amministrazione Comunale, e al sindaco Carlo Masci perché già prima della formazione della Giunta, si era attivato già a maggio, nel corso della prima ondata di caldo, attraverso i servizi sociali, per creare un servizio con due numeri di telefono dedicati, in modo da offrire assistenza agli anziani per la distribuzione di farmaci a domicilio e per altri servizi come accompagnamento per visite mediche e la consegna della spesa a domicilio".
 

Massimiliano Pignoli

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK