Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Alberghiero ancora chiusa la sede di via Italica

Protesta degli studenti

| di Maria Luisa Abate
| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Dopo le gravi infiltrazioni di acqua dal tetto, a seguito del nubifragio dello scorso settembre, circa 600 studenti dell’Istituto Alberghiero di Pescara furono costretti  lasciare le aule della sede di via Italica dell’Istituto Alberghiero di Pescara diventate inagibili.

Furono accolti presso l’Istituto professionale Di Marzio Michetti in via Arapietra, con la promessa da parte delle Istituzioni di farli rientrare entro il 5 novembre 2018. Proprietario dell’immobile è il Comune di Pescara ed il sindaco Alessandrini, con un’ordinanza stabilì che la riapertura sarebbe stata fatta entro il 31 ottobre 218.

Siamo al 7 marzo 2019 e ancora nulla è stato fatto per poter rendere agibili le aule. Grave disagio per gli studenti e gli insegnanti e molto indispettiti i genitori che giustamente pretendono di far rientrare i figli nell’edificio scolastico.

Gli studenti hanno preparato un Comunicato Stampa per parlare del loro disagio e l’incredulità di constatare che ancora una volta le istituzioni non sono venute incontro ai giovani studenti e alle loro famiglie.

A nome di tutti i colleghi gli studenti Rappresentanti d’Istituto: Carmen Servillo, Simona Capitanio, Francesca Fagnani e Naomi Allegro hanno preparato un comunicato stampa sulle azioni immediate che essi stessi vogliono intraprendere per far valere le loro giuste rivendicazioni e necessità.

Comunicato Stampa

MESSA IN SICUREZZA E FRUIBILITÀ DELLA SEDE DI VIA ITALICA DELL’ITITUTO ALBERGHIERO FILIPPO DE CECCO di Pescara

La nostra Scuola, la nostra comunità PRETENDE la giusta attenzione e il giusto rispetto dalla Provincia di Pescara; le nostre esigenze formative non possono essere pregiudicate dal silenzio irresponsabile della pubblica amministrazione, che ha l’obbligo perlomeno di rispondere a genitori e studenti.  La sede di Via Italica, destinata alle 28 Classi del primo biennio, da oltre quattro mesi dislocate quasi tutte presso l’Istituto Professionale Di Marzio Michetti, va riaperta in tempi brevi e certi con un intervento di emergenza e successivamente ristrutturata con il finanziamento regionale di duemilioni 300mila euro, già deliberato dallo scorso mese di Agosto.

Il grave disagio di noi studenti e delle nostre famiglie non è più accettabile, anche perché già in passato abbiamo vissuto per anni rilevanti difficoltà continui per le strutture fatiscenti.

Le somme sono state stanziate, ora si deve accelerare l’iter burocratico.

Non siamo studenti di serie “B” e il pieno diritto allo studio è sancito dalla Costituzione per TUTTI.

Il nostro Istituto sforna eccellenze del settore Turistico ed Enogastronomico, ma circa 400 Studenti non sono nelle condizioni di fruire appieno delle strutture e dei laboratori che ci permettono una adeguata formazione consona all’indirizzo scolastico da noi scelto.

Venerdì 8 Marzo a sostegno delle nostre ragioni, abbiamo indetto una manifestazione pubblica sotto il Palazzo della Provincia di Pescara dalle ore 9.00 alle ore 12.00, regolarmente autorizzata dalla Questura.

Chiediamo ai media di sostenerci in questa nostra civile protesta, per ottenere strutture scolastiche adeguate e sicure che meritiamo!

Si ringrazia per l’attenzione.

Gli studenti Rappresentanti d’Istituto

Carmen Servillo

Simona Capitanio

Francesca Fagnani

Naomi Allegro

Maria Luisa Abate

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK