Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

La cultura e la responsabilità d’impresa vero futuro per l’economia.

| di Maria Luisa Abate
| Categoria: Economia | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Confindustria CH PE, nella sede di Pescara, incontro importante il 21 marzo 2019, per parlare di imprese o meglio di sostenibilità e responsabilità.

Oggi non è più possibile pensare ad un’impresa e non considerare quali debbano essere gli obiettivi che si deve porre per la solidarietà e la responsabilità. In Italia sono circa 1000 le imprese solidali iscritte presso il Ministero.

La sostenibilità è un concetto a tutto tondo e gli esperti sono concordi nel dire che quelle aziende che applicano gli strumenti della Responsabilità e Sostenibilità sono in costante crescita.

Oggigiorno non è più concepibile condurre un’impresa senza adottare la cultura della responsabilità sociale anche in considerazione che parte del mercato finanziario investe nelle imprese sociali ed il profitto non è più un indicatore di successo.

Il percorso virtuoso della sostenibilità non è un costo per l’azienda, ma migliora la performance nel medio e lungo tempo.

I lavori sono stati aperti con il saluto del Vice Presidente della Confindustria CH PE Marco Bellisario che ha invitato gli imprenditori a ripensare al modello di sviluppo per l’innovazione e la sostenibilità anche costruendo una nuova cultura di rete come i Contratti di Rete perché non si può essere soli ed il futuro è crescere insieme.

Nicola Fabrizio, amministratore delegato di Metamer, promotrice dell’incontro, ha parlato dell’azienda, che amministra, come di un’impresa che dà per scontato il concetto della sostenibilità nella compatibilità ambientale vera garanzia del successo

La Metamer è una società di vendita di energia elettrica e gas orientata alla creazione di valore per tutti gli stakeholder o portatori di interesse.

“E riteniamo che è un dovere primario delle imprese, -ha detto Fabrizi-, soprattutto in uno scenario di fragilità economico/sociale come quello attuale, che coinvolge tutto il paese, compreso il nostro territorio, e che sta già generando ricadute negative sulle generazioni future”.

Interessante, la testimonianza sui moderni obiettivi di crescita delle aziende sostenibili e solidali, è stata la comunicazione fatta dal prof. Prof. Francesco Perrini Ordinario di Economia e gestione delle imprese e Delegato dal Rettore alla presidenza del Sustainability Committee dell'Università Bocconi, Direttore del Sustainability Lab, SDA Bocconi School of Management.

“La sostenibilità, ha detto il prof. Perrini-, è passata dall'essere una questione prevalentemente etica e volontaristica, ovvero di risposta a pressioni esterne, ad essere un tema strategico. Entro il 2030 il 70% delle imprese saranno sostenibili e questo non è da considerare in mega trend o un'utopia, ma deve diventare un reale vantaggio competitivo per le imprese. Insomma, sostenibilità come modalità di business”.

Michele Del Grosso di Aptar EMEABeauty+home, ha portato la testimonianza aziendale sulle sfide del packaging molto importante per la sostenibilità. Non bisogna dimenticare che è un settore sempre più sotto la lente ambientalista per l’eccessivo conferimento in discarica deli prodotti per il confezionamento.

Importante la testimonianza di Valentina Di Zio –Vice Presidente – CSR Manager – Resp. Relazioni Esterne e Comunicazione della Deco Spa, presente da 30 anni sul territorio con attività di trattamento dei rifiuti, che ha sempre sentito l’esigenza della sostenibilità ambientale e che ha posto particolare attenzione sul personale che è stato tutto reperito sul territorio con il quale mantiene un forte legame.

Infine per l’azienda FATER, relatore è stato Giovanni Teodorano Fabbri che ha parlato dell’obiettivo primario dell’azienda che ha sempre visto nella sostenibilità un forte impegno e un vantaggio competitivo. Importante per l’azienda la comunicazione che rende consapevoli e garantiti i consumatori nell’acquistare i prodotti offerti.

Ha presentato e moderato l’incontro la giornalista Monica Di Pillo.

Maria Luisa Abate

Documenti (1)

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK