Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

#ABRUZZOUE: Sul sito della Regione Abruzzo l'Avviso "Scuola aperta ed inclusiva"

2 milioni di euro per le scuole abruzzesi

| di Giovanni Dursi
| Categoria: Segnalazioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

La scuola come momento di aggregazione sociale e come strumento per avviare percorsi di inclusione sociale in grado di evitare emarginazioni e dispersione scolastica. Nasce con questi principali obiettivi l'Avviso "Scuole aperte e inclusive" pubblicato oggi sito http://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/ e inserito nella programmazione Por-Fse 2014-2020. L'avviso pubblico si rivolge ai soggetti di età inferiore ai 29 anni, inclusi gli studenti, dell'area del disagio sociale e svantaggiati e agli studenti delle scuole abruzzesi, statali o paritarie, primo e secondo grado. Possono candidarsi le associazioni temporanee d'impresa composte almeno da due istituzioni scolastiche e gli organismi di formazione accreditati o in procinto di esserlo. "Lo scopo dell'Avviso - spiega l'Assessore Marinella Sclocco (le funzioni delegate della quale sono: Politiche Sociali; Pari Opportunità; Associazionismo-Terzo Settore e Sussidiarietà Orizzontale; Piano Regolatore dei Tempi e Tempo Liberato; Inclusività sociale ex FSE; Politiche Giovanili e Garanzia Giovani; Diritto all'Istruzione; Beni Comuni e Valorizzazione Beni Culturali) - è di dare i necessari strumenti finanziari alle scuole e agli organismi di formazione per predisporre progetti che limitino il disagio e l'emarginazione sociale e vengano incontro alle esigenze di quei soggetti che vivono, per svariate ragioni, situazioni difficili.

A suo tempo, l'impegno regionale ha avuto principalmente un'attenzione particolare ai comuni delle aree interne delle quattro province il progetto regionale "La scuola inclusiva", che prevede la possibilità di individuare nelle scuole dell'infanzia i piccoli scolari che presentano particolari problemi di apprendimento. L'indagine conoscitiva e il contatto con gli alunni e i loro genitori vengono portati avanti dall'assessore all'Istruzione, Marinella Sclocco, che ha incontrato i genitori e gli insegnanti delle scuola dell'Infanzia di Manoppello. "L'obiettivo del progetto - ha spiegato l'Assessore - è dare tutti gli strumenti tecnici necessari ai genitori e agli insegnanti per capire quali alunni hanno bisogno di un percorso di apprendimento personalizzato in base ai risultati di test scientifici che potrebbero evidenziare soggetti in Dsa (disturbi dell'apprendimento) e Bes (bisogni educativi speciali). In base ad una precisa scelta politica, abbiamo deciso di 'visitare' le scuole dei piccoli centri, per garantire quei livelli di servizio pari a quelli garantiti nei centri più popolosi. In questo modo - conclude l'assessore Marinella Sclocco - vogliamo dare anche un segnale tangibile e operativo di vicinanza ai cittadini dei piccoli centri che molto spesso, per ragioni orografiche o di densità di popolazione, assistono ad una riduzione dei servizi sul territorio". Il progetto prevede la valutazione dei bambini sotto il profilo funzionale. In base ai risultati dei test scientifici viene poi stilato un elenco di piccoli alunni affetti da Dsa che hanno necessità di un percorso di apprendimento personalizzato. Il cosiddetto Piano didattico personalizzato (Pdp) viene poi stilato insieme con i genitori dell'alunno e gli insegnanti.

Leggendo l'Avviso appena pubblicato si comporende come la socialità, l'aggregazione, le esperienze dei singoli e la crescita dell'offerta formativa da parte delle scuole possono essere gli strumenti migliori per rendere una scuola aperta e inclusiva in grado di venire incontro ai più deboli". Nella specifico, l'Avviso prevede due linee di intervento: "Scuola aperta inclusiva", che intende attivare sul territorio una rete di servizi delle scuole per i soggetti difficili, tra cui anche l'attivazione di uno sportello di ascolto. La seconda linea, "Menti aperte", è destinata gli studenti delle scuole superiori e prevede formazione e perfezionamento linguistico, l'alternanza scuola/lavoro, percorsi extracurriculari per l'uso di tecnologie. "Le due linee - aggiunge l'assessore Sclocco - si rivolgono a soggetti potenzialmente diversi, ma nel secondo intervento abbiamo voluto dare possibilità anche a quei ragazzi inseriti in un contesto formativo di specializzarsi con tirocini mirati".

La dotazione finanziaria dell'avviso è di 2 milioni di euro, un milione per ciascuna linea. Il dossier delle candidature può essere presentato entro le ore 14 del 24 febbraio 2017 esclusivamente attraverso la piattaforma informativa http://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/.

Giovanni Dursi

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK