Ancora imbattuto il Pescara dopo le prime tre giornate

Meritato pareggio colto sul campo del Brescia, grazie a un bel finale di gara

| di Fabio Rosica
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Ancora imbattuto il Delfino che pareggiava a Brescia, dopo aver mancato il vantaggio nel primo tempo, con un rigore malamente battuto da Andrea Cocco. Come a Cremona, anche stavolta rimediava in zona Cesarini il momentaneo vantaggio dei locali: 1 – 1 il finale.

Terza giornata di campionato della stagione di Lega B 2018/2019. Temperatura di circa 28° allo Stadio Mario Rigamonti, umidità al 62%, parzialmente nuvoloso. Ha arbitrato Marco Serra della sezione di Torino. Le formazioni si erano così schierate al calcio d’inizio delle ore 15:

Il Brescia di David Suazo ha schierato un 4-3-1-2, con Alfonso in porta, Mateju, Romagnoli, Cistana e Curcio sulla linea di difesa, Bisoli, Tonali e Dall’Oglio a centrocampo, Ndoj in supporto della coppia d’attacco, Torregrossa e Donnarumma.

Il Pescara, presentato con il consueto 4-3-3 iniziale da Bepi Pillon, vedeva in porta Fiorillo, poi Ciofani, Gravillon, Perrotta e Del Grosso difensori, Memushaj, Brugman e Melegoni a centrocampo, Mancuso, Cocco e Antonucci i tre attaccanti.

La cronaca:

Al 24’ Mateju entrava in netto ritardo su Brugman in area di rigore, inevitabile il penalty fischiato dall’arbitro. Lo calciava malissimo Cocco, lento e centrale, Alfonso respingeva facilmente con i piedi.

Dopo un minuto di recupero si chiudeva il primo tempo, equilibrato ma con un maggiore possesso palla da parte degli ospiti.

Nessuna novità al calcio d’inizio della ripresa.

Al 52’ il primo cambio della partita, lo effettuava il Pescara che inseriva Kanouté al posto dello spaesato Melegoni.

Seconda sostituzione per i biancazzurri ospiti al 58’, con Monachello che rimpiazzava Cocco.

Grande intervento di Alfonso al 64’ su colpo di testa in tuffo di Mancuso, che sfiorava la rete.

Infortunio per il bresciano Tonali che veniva sostituito da Viviani al 65’.

Fantastica deviazione in angolo di Fiorillo al 67’ su colpo di testa a colpo sicuro di Torregrossa, servito con precisione al centro dell’area da Dall’Oglio.

Secondo cambio per i locali al 73’; Morosini in luogo di Donnarumma, mentre l’allenatore Suazo veniva fischiato dal suo pubblico, che gli contestava di non saper “leggere” la gara.

Ultimo cambio odierno operato da Pillon che all’81’ inseriva Marras in luogo di Antonucci.

All’82’ la sbloccava Morosini per il Brescia, che dal limite dell’area superava di sinistro Gravillon e con un preciso destro infilava Fiorillo: 1 – 0.

Terza sostituzione anche per i lombardi all’86’ con Tremolada che rilevava Dall’Oglio.

Clamorosa occasione di Mancuso all’87’ che di sinistro colpiva il palo opposto a portiere battuto.

Rimediava immediatamente Monachello all’88’ che risolveva una mischia in area lombarda: 1 - 1.

Qualche statistica di seguito:

10 tiri verso la porta per il Pescara, contro i 9 del Brescia. 5 a 4 i calci d’angolo in favore dei lombardi. Tre ammonizioni subite dai padroni di casa, due (Gravillon e Melegoni) per gli ospiti.

Vi ricordiamo l’appuntamento, fra due giorni, con IL LUNEDI’ DEL DELFINO.

Fabio Rosica

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK