Ex Cofa vestito a festa per l'inaugurazione dei Giochi Del Mediterraneo, giochi di luce e artisti per una serata spettacolare

| di Sara Gerardi
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Spettacolare la cerimonia d'apertura dei Giochi del Mediterraneo svoltasi ieri sera alle 20:45 nei locali dlel'ex Cofa. Mila Cantagallo e Luca Sestili hanno presentato la cerimonia preceduti dall'esibizione del coro musicale della Contemporary Vocal Ensamble del conservatorio Luisa D'annunzio di Pescara, e dagli spettacolari giochi di luce multicolore proiettati grazie ad un laser che hanno illuminato il palco e il folto pubblico pescarese nel corso di tutta la serata.

Sul palco a forma di conchiglia, simbolo evocativo "del mare comune" che bagna i 24 paesi del Mediterraneo partecipanti ai giochi, c'e stata in seguito l'esibizione della fanfara dei Carabinieri di Roma con l'inno nazionale, da un elicottero è poi sceso un militare che assieme a sei marinai della Guardia Costiera, che oltre a festeggiare i 150 anni dalla fondazione è anche partner dei giochi, è stata trasportata la bandiera italiana e issata al vento sotto le note di "Fratelli D'Italia"; l'inno nazionale ha riscosso molto successo nel pubblico che all'intonazione dei primi versi si è alzato in piedi cantando a gran voce.

Il momento più atteso, l'entrata degli atleti sotto il propprio vessillo ha riscosso un entsiasmo pari ad una partita da stadio. Bagno di folla infatti per le 24 nazioni, con l'Italia che è stata accolta trionfalmente e con un calore particolare dal pubblico di casa, chiude la sfilata la squadra dei volontari. C'e stato poi in seguito il saluto delle autorità con i discorso del sindaco nonchè membro del comitato Marco alessandrini e del presidente dei giochi Amar Addadì, un atleta azzura ha poi giurato a nome di tutti i partecipanti la lealtà competitiva verso i giochi e il sindaco ha dichiarato aperti ufficialmente i giochi.

E' stata poi la volta dell'esibizione della cantante francese Kelly Joyce, che con la sua potente voce ha deliziato la folla con tre medley canori: Un estate Fa, Malcomix e Vivre la vie. C'e spazio anche per i volontari a cui è stato dedicato un momento della serata, la corposa squadra degli "addetti ai lavori" ha fatto il suo ingresso portando la bandiera dei Giochi che è stata issata sull'asta affianco alla bandiera italiana, accompagnati dalla Fanfara dei Carabinieri di Roma. 

Momento toccante con i bambini della scuola cacio "Gladius" di Pescara, che guidati dal loro allenatore hanno simboleggiato la "sabbia" dei 24 paesi partecipanti ai giochi. Salendo sul palco hanno depositato una manciata di sabbia proveniente appunto dai diversi paesi del Mediterraneo simboleggiati con una bandiera della nazione appartenente.

Sempre la sabbia il tema principale, e sono le sapienti mani di Erika Abelardo artista pescarese che attraverso la manipolazione della sabbia con le mani, grazie alla tecnica della "Sand Art"  ha rappresentato visivamente i giochi, componento varie figure: l'atleta che gioca a beach soccer, il nuotatore, un campo da Beach volley, accompagnata dalla musica del pianista Michele Di Toro, del sassofonista Piero Delle Monache e il percussionista Walter Carelli. A chiudere il programma prima l'esibizione acrobatica di Valentina Caiano del Circo della Luna e poi delle ginnaste guidate dalla campionessa olimpica abruzzese Fabrizia D'ottavio accompagnata da Chiara Ianni, Federica Febbo e Valentina Giolo sulle note di "We are the Champions".

 

 

 

Sara Gerardi

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK