Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Le Genti d’Abruzzo raccontano le Terre d’Abruzzo

Il primo festival del territorio a Pescara

| di Francesca Di Giovanni
| Categoria: Territorio | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

4 provincie racchiuse tra 4 mura per 4 intere giornate, è questo il festival delle Terre d’Abruzzo che sta animando il Museo delle Genti d’Abruzzo di Pescara da giovedì 8 ottobre.  Un viaggio nello spazio e nel tempo in cui ogni senso verrà appagato grazie alle molteplici attività che si susseguiranno dalle 10 alle 22, fino a domenica 11 ottobre.
I cinque GAL (Gruppi di Azione Locale) abruzzesi, tenendo fede al loro piano di sviluppo delle aree rurali, continuano a promuovere il territorio con progetti  volti al raggiungimento della consapevolezza dei tesori di cui è colma la nostra terra. Questo primo appuntamento, infatti, punta a far incontrare in un unico mercato produttori, consumatori e addetti ai lavori per uno scambio di informazioni preziose per il prosieguo della storia. Un calderone di eventi, esposizioni, presentazioni, cooking show, workshop, lezioni e degustazioni da cui ognuno può pescare gli elementi più consoni all’arricchimento del proprio bagaglio culturale, professionale e personale per proseguire il cammino abruzzese seguendo le orme dei nostri avi. Due mostre permanenti, un Caffè Letterario aperto, una sala video, un’aula didattica e due musei sono gli spazi in cui si potrà interagire con gli attori della vita contadina abruzzese: la mostra mercato dei prodotti tipici, l’esposizione degli strumenti utilizzati dagli antichi artigiani e gli incontri con i protagonisti della produzione locale sono solo alcuni degli elementi a cui si può prender parte. Agronomi, contadini, pastori, grandi chef, artigiani ed esperti saranno a disposizione dei visitatori per mostrare loro la vita genuina che caratterizza la nostra regione sin dai primordi e che continua a lottare contro gli artefici dettati dalla società in continua evoluzione.
In un mondo in cui la rapidità della diffusione  di informazioni è divenuta di vitale importanza, la necessità di una sana alimentazione  si impone come totem per contrastare la frenesia quotidiana. In questo contesto è sorta un’associazione internazionale che difende e promuove la produzione e il consumo del “cibo vero”, la Slow Food, che in concomitanza con la Scuola del Gusto e Paesaggi d’Abruzzo, contribuisce alla vasta offerta multisensoriale del festival. Tra i numerosi appuntamenti previsti, infatti, rientra la presentazione della guida dei presidi Slow Food in cui sono riportati i 15 prodotti peculiari che necessitano maggior tutela; una breve guida di sensibilizzazione all’identità territoriale, principio rafforzato dagli Itinerari del Gusto del Touring Club Italia, il secondo libricino distribuito gratuitamente ai visitatori, a cui aggiungere la vasta scelta di libri consultabili ed acquistabili presso il bookshop. Gli occhi non verranno appagati solo dai litri di inchiostro su carta, ma anche da testimonianze visive di un Abruzzo che fu e che continua ad essere, narrato dalle fotografie ed i video degli artisti della comunità web Paesaggi d’Abruzzo e dall’esposizione di oggetti caratteristici della vita contadina della regione verde. Odori e sapori completeranno il totale abbandono al viaggio, grazie ai protagonisti delle nostre tavole, accompagnati dagli artefici della loro eccezionalità che riempiranno senza sosta piatti e bicchieri dei loro gioielli e del loro vissuto.
Un cammino reale ed astratto lungo le vie abruzzesi, che consente di attraversare il passato volgendo lo sguardo verso un futuro più genuino a cui ognuno può e deve contribuire. Di fatto, particolare attenzione è rivolta ai più giovani, coinvolti direttamente nella filiera produttiva e catturati attraverso laboratori e workshop studiati su misura per loro; al loro fianco esperti del settore che si metteranno a nudo con l’obiettivo di creare congiuntamente un avvenire migliore.

Francesca Di Giovanni

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK