Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Mobilità lenta in Abruzzo

Il turismo ecostenibile della Wolftour

| di Francesca Di Giovanni
| Categoria: Territorio | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La Wolftour, tour operator e agenzia di viaggi di Penne ha lanciato una nuova sfida per risollevare le sorti turistiche abruzzesi, senza nuocere alla natura, madre clemente e generosa che ci ha concesso l’appellativo di regione verde d’Italia. Piedi, canoe, mountain bike, cavalli e sci saranno i nuovi protagonisti del viaggio slow alla portata di tutti.

Il progetto, chiamato “Mobilità lenta in Abruzzo”, prevede un miglior collegamento dell’area Vestina con la Valle del Tirino, attraverso il potenziamento delle strutture ricettive e della viabilità “lenta”, ovvero priva di mezzi a motore. L’obiettivo è quello di migliorare la rete sentieristica e fornire la segnaletica adeguata, creare un’accurata mappatura cartacea e digitale, offrire spazi per noleggio materiale e soste, offrire assistenza online a tuttotondo, e fare corsi di formazione sul corretto comportamento ai fruitori e agli attori della rete turistica. La creazione di un mondo nuovo, che unisce la tecnologia al rispetto del territorio, porterebbe benefici prima di tutto al territorio stesso, e di conseguenza a chi lo vive 1, 2 o 365 giorni l’anno. Affianco alle idee e all’impegno di un gruppo di esperti, però, è necessario un investimento monetario che consenta di coprire i costi: in tal caso la spesa totale prevista è di 10.000 euro, ed è necessario l’intervento di tutti per concretizzarla.

Una delle modalità più comode per la raccolta fondi è il crowdfounding, un procedimento attraverso il quale singoli soggetti (pubblici o privati) sostengono  un modello proposto da alcuni promotori. Tra le tante piattaforme online esistenti, il team del lupetto esploratore si è appoggiato a Eppela, che consentirà di reperire il quantitativo necessario nel giro di 40 giorni. Dal 17 giugno al 27 luglio, chiunque potrà donare tramite carta di credito una somma libera che va dai 5 ai 500 euro e, a fronte di tale versamento, verrà premiato con una ricompensa del medesimo valore, messa a disposizione dalla Wolftour stessa. Per andare incontro a tutti, inoltre, è possibile investire il proprio denaro anche se non si possiede una carta di credito, contattando l’agenzia o recandosi direttamente presso la sede di largo San Nicola, senza rinunciare ai premi corrispondenti. Ulteriore fattore importante è dato dal rimborso dell'importo versato nel caso di mancato raggiungimento del traguardo: qualunque sia la somma apportata, si otterrà un servizio in cambio e, se il totale allo scadere dei 40 giorni non sarà pari a 10.000 euro, verrà restituito ogni singolo centesimo agli investitori.

Da qualche anno ormai, la sensibilità nei confronti della Terra è sempre più sentita, e il movimento slow è quello che vuol dar maggior rilievo alla fruizione consapevole del territorio, senza danneggiarlo o sfruttarlo più del necessario. Per farlo, però, sono indispensabili una conoscenza basilare e gli strumenti adeguati che consentano a tutti di godere delle meraviglie che si posseggono e di offrirle anche a chi non le conosce. La Wolftour è impegnata in questo dal 2011 e, da allora, ha creato una rete in costante crescita composta da tour operator (internazionali ed esteri), produttori locali, enti, imprese, associazioni ed esperti con un unico obiettivo comune. Per sentirsi parte di questa grande rete e divenire uno degli artefici della Mobilità lenta in Abruzzo, basta andare sulla pagina https://www.eppela.com/it/projects/2239-mobilita-lenta-in-abruzzo e fare la propria scelta.

Francesca Di Giovanni

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK