Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ultima settimana del Festival Seicentonovecento

Musica antica nel Pescarese (26 e 28 agosto) e nella Marsica (27 e 29)

Condividi su:
Sta per giungere al termine la tredicesima edizione del Festival di musica antica Seicentonovecento, ideata dall’associazione pescarese Ensemble ‘900. Nel suo itinerario dedicato alla musica seicentesca nei borghi abruzzesi il Festival ha diffuso la cultura dell’ascolto e del recupero filologico e musicale, nonché il valore della solidarietà. Quanto versato dal pubblico per il costo simbolico di ingresso, un euro, sarà infatti destinato alla borsa di studio di un ricercatore della Fondazione Negri Sud di Santa Maria Imbaro. I concerti iniziano tutti alle 21,00. Si inizia con un cambio di location rispetto a quanto comunicato all’inizio del Festival: venerdì 26 agosto infatti i solisti della Cappella Altoliventina non si esibiranno più a Roseto bensì a San Valentino in Abruzzo citeriore, presso la chiesa dei Ss. Damiano e Valentino. Elena Bergamo (soprano), Sandro Bergamo (basso), Laura Bortolotto (violino) e Claudio Zinutti (tenore, clavicembalo) proporranno un repertorio a cavallo del Settecento, con arie tratte da cantate di Johann Sebastian Bach (“Ihr, die ihr euch von Christo nennet” e “Freue dich”), e sonate, mottetti e brani di Francesco Cavalli, Heinrich von Biber, Giacomo Carissimi e Arcangelo Corelli. Domenica 28 agosto, sempre a San Valentino e nella stessa chiesa, sarà la volta di virtuosismi e scuole di musica messe a confronto dall’Ensemble Labirinto armonico, branca dell’associazione Ensemble ‘900 specializzata in musica barocca. Pierluigi Mencattini e Giovanni Rota (violini barocchi), Galileo Di Ilio (violoncello) e Stefania Di Giuseppe (cembalo) proporranno un confronto tra il compositore seicentesco abruzzese Michele Mascitti, originario di Villa Santa Maria (Ch), e il violinista francese Jean Marie Leclair Sabato 27 agosto a Magliano dei Marsi l’ensemble Labirinto armonico proporrà nella chiesa di Santa Lucia la prima esecuzione assoluta di brani commissionati dalla famiglia D’Avalos ai compositori Giuseppe Avitrano e Vincenzo Ruffo, proposta in un organico di ben 15 elementi provenienti da tutta Europa. Lunedì 29 agosto, infine, il Festival si concluderà a Luco dei Marsi presso la chiesa di San Giovanni Battista con un repertorio basato sul confronto tra il compositore seicentesco abruzzese Michele Mascitti e il violinista francese Jean Marie Leclair.
Condividi su:

Seguici su Facebook