Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Vinicio Capossela a Pescara

La parola - e la musica - a marinai, profeti e balene

Condividi su:
Appuntamento imperdibile dell'estate pescarese con Vinicio Capossela. Il cantante sarà in città, al Teatro d'Annunzio, il prossimo due agosto (inizio ore 21:30, ingresso settore numerato 57,50 euro con 7,50 euro di diritto prevendita; gradinate 39,50 euro con 4,50 euro di diritto prevendita). “Il Mare: mitologia, canzone di gesta, simbolo del fato, sfida al destino, scenario di passioni umane, organismo vivente, acquario abissale, spettri, presagi, voci di marinai, uragani, naufragi - così le note dello spettacolo annunciano la serata - . I temi esistenziali della grande letteratura di mare sono qui evocati da una complessa architettura musicale, da arrangiamenti che sono una vera e propria colonna sonora dell'immaginazione e dall'asciuttezza atavica della musica cretese. Molti e insoliti sono gli strumenti utilizzati: le percussioni indonesiane gamelan, la viola d'amore barocca, il santur, le onde Martenot, il theremin, la sega musicale, l'ondioline. A sostegno della voce, una grande varietà di cori: da ciurma (i cosiddetti Drunk Sailors), di voci bianche (Mitici Angioletti), ancestrali (come quelli di Valeria Pilia e le donne sarde di Actores Alidos), classici (il Coro degli Apocrifi, una formazione di 16 elementi) e anni Trenta con 'special guest' le Sorelle Marinetti”. Con Vinicio Capossela (voce) sul palco ci sono Mauro Ottolini (trombone, conchiglie, ottoni, flauti, kalimba, temporale), Achille Succi (ance, flauti, shakuhachi, shehnai, tin whistle), Alessandro "Asso" Stefana (chitarre, banjo, baglama), Glauco Zuppiroli (contrabbasso), Zeno De Rossi (batteria, conga, gong delle Nuvole, teste di morto), Francesco Arcuri (sega musicale, campionatore, steel drum, saz, santoor), Vincenzo Vasi (theremin, campionatore, marimba, voce, glockenspiel).
Condividi su:

Seguici su Facebook