Vuoi regalare un gioiello personalizzato? Domenico Iezzi ci dà alcuni consigli

| di Riccardo Camplone
| Categoria: Informazione Aziendale
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Quanto è bello osservare lo sguardo e l’espressione della persona alla quale regaliamo un gioiello in una occasione importante? E’ senza dubbio meraviglioso e lo è ancora di più se il gioiello che andiamo a regalare è un gioiello inimitabile, un pezzo unico disegnato esclusivamente per una persona. Abbiamo incontrato Domenico Iezzi, orafo incastonatore che possiamo definire un vero è proprio designer del gioiello, nel suo laboratorio in centro a Pescara e ci ha aiutato a capire meglio il suo lavoro.

Domenico, nato a Spoltore (PE) nel 1981, dopo essersi diplomato all’Istituto d’arte di Penne con indirizzo oreficeria, all’età di soli 19 anni ha deciso di trasferirsi a Valenza, provincia di Alessandria, tra i principali centri italiani ed europei per l’artigianato orafo.

A Valenza Domenico ha frequentato la scuola For.Al. studiando incastonatura e modellazione orafa e contemporaneamente ha iniziato un percorso lavorativo/formativo in territorio piemontese di ben 10 anni. Durante questo suo percorso ha scoperto e studiato la modellazione dei gioielli con il CAD, ovvero la progettazione dei gioielli in 3D usando il computer.

Il processo di realizzione di un gioiello personalizzato avviene attraverso diversi passaggi. Partendo da un input del cliente e dalla scelta delle pietre da utilizzare il gioiello viene pensato, disegnato su carta e poi modellato al computer per poi preparare un modello in cera da mostrare al cliente. Infine si procede alla realizzazione artigianale in oro.

Domenico, un consiglio da dare a chi vuole regalare un gioiello

I nostri gioielli sono realizzati quasi tutti usando le pietre preziose. Il consiglio è quello di affidarsi a professionisti sia per abilità realizzative che per la autenticità e qualità delle pietre.

In che senso? Perché parli di autenticità e qualità delle pietre?

E' fondamentale perché mi è capitato più volte di fare riparazioni o valutazioni di pietre certificate di alta qualità quando in realtà erano pietre di qualità inferiore

Può una persona capire dietro la vetrina se una pietra è di alta o bassa qualità?

Assolutamente no. Per poter valutare una pietra bisogna smontarla dal gioiello e analizzarla con attenzione usando strumenti appositi.

Per ulteriori informazioni, su realizzazione di gioielli e valutazioni di pietre potete contattare Domenico Iezzi via sito, email, telefono e social usando i recapiti in basso.

 

INDIRIZZO: Via Nicola Fabrizi, 34 - 65121 - Pescara

WEBwww.domenicoiezzi.it

EMAIL: info@domenicoiezzi.it

  

TEL: +39 333 466 6110

 

Riccardo Camplone

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK