Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Luciano lo sa fare

Oggi all'ex Cofa parte la campagna elettorale del PD Abruzzo

Condividi su:

Sarà l'area dell'Ex Cofa ad ospitare oggi dalle 19:00 alle 21:00 l’apertura della campagna elettorale del PD e dei candidati abruzzesi capolista alla Camera e al Senato: Luciano D'Alfonso e Michele Fina insieme agli altri candidati della Lista “Partito Democratico per un’Italia democratica e
progressista” Stefania di Padova, Elisabetta Merlino, Luciano di Lorito, Stefania Catalano e Rita Innocenzi.

Prima iniziativa politica nella competizione elettorale per il voto del 25 settembre.

Temi della campagna politica nazionale coniugati con i grandi temi regionali enfatizzando la centralità dell'agenda Abruzzo: la necessità di rivitalizzare spazi e territori per restituire benessere collettivo in termini di vivibilità e produttività individuando le migliori possibilità da offrire in termini di diritti, infrastrutture e tutela del territorio alle abruzzesi e agli abruzzesi.

L'appuntamento di questa sera, cui parteciperà con un suo personale contributo artistico Germano D’Aurelio alias “Nduccio”, rappresenterà un momento sartoriale di cucitura fra quello che si è fatto, e che sarà raccontato dal palco in allestimento in Viale Giovanni XXIII, e quello che ci si propone di fare.

È la narrazione di quello che si è fatto e quello che si farà sulle città per reimpostare la giustezza del rapporto fra città e collettività e rendere la dimensione della cittadinanza concretezza di diritti e doveri.

Per una sanità a misura di persona realizzando un patto fra territorio e strutture sanitarie specializzate in modo che la presa in carico inizi già dall’attività diagnostica, in ogni luogo di vita delle persone.

Per recuperare il buono della misura del 110% per una rigenerazione abitativa nei piccoli e nei  grandi centri. 

Per una scuola che formi nel modo migliore le nuove generazioni, aprendole ad una cittadinanza  libera e consapevole, riconoscendo il protagonismo dei formatori del futuro che sono, prima di tutti, gli insegnanti. 

Un patto fra politica e territorio, fra poteri e persone "a mano a mano" insieme, perché è solo insieme che l’Abruzzo capace, l’Abruzzo che sa fare, potrà finalmente avere la luna.

Condividi su:

Seguici su Facebook