Domenica ecologica e smog. Fiorilli: "Alessandrini rischia un’azione giudiziaria da parte di qualunque cittadino"

| di la redazione
| Categoria: Ambiente
STAMPA

«Non servono targhe alterne e domeniche ecologiche, il sindaco Marco Alessandrini deve chiudere al traffico corso Vittorio Emanuele ammettendo i suoi errori e tornando sui suoi passi».

E questo il pensiero di Berardino Fiorilli, promotore dell’Associazione ‘Pescara – Mi piace’, che in una nota inviata oggi, al termine della prima delle domeniche ecologiche di Pescara, ricorda come la chiusura dell'asse viario pescarese sia stata una misura pensata meticolosamente dalla passata amministrazione di centrodestra.

[...] Una misura  che, al di là delle becere strumentalizzazioni dei consiglieri dell’allora opposizione Pd, non era nata per un capriccio, ma da uno studio meticoloso della situazione e dall’individuazione degli strumenti capaci di restituire vivibilità a Pescara.

Oggi il dovere del sindaco Alessandrini - continua Fiorilli - è quello di ammettere i propri errori e di ritornare sui propri passi, ricordando che l’inerzia, dinanzi a fenomeni di forte inquinamento da smog, lo rendono comunque passibile di un’azione giudiziaria da parte di qualunque cittadino.

E domani, durante la seduta straordinaria del Consiglio comunale, ufficializzeremo e difenderemo la nostra istanza, ormai stanchi dell’inadeguatezza del sindaco stesso.

la redazione

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK