Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Proclamati i vincitori di CepagattiArte, festival di letteratura e fotografia

Condividi su:

“CepagattiArte è stata una scommessa vinta da tutti coloro che amano la cultura e che in nome della cultura si mettono in gioco. L’identità di una città si costruisce anche attraverso i saperi, sono pulsioni verso miglioramenti, sviluppo e crescita anche di carattere economico". Sono le parole con cui il sindaco Sirena Rapattoni ha concluso la prima edizione di CepagattiArte, festival di letteratura e immagine, organizzato dall’Amministrazione Comunale, con la direzione artistica dello scrittore pescarese Alessio Romano. La manifestazione, che si è svolta nella suggestiva location del Castello Marcantonio, ha chiuso i battenti ieri con la premiazione dei vincitori dei contest di letteratura e fotografia dedicati al tema “Come alberi”, una suggestione sulla condizione umana. Il primo premio per la narrativa è andato ad Andrea Nicolai, 31 anni, di Teramo, autore del racconto “Il parcheggio” che è stato il più votato, tra gli otto finalisti, dalla giuria popolare e da quella di esperti formata dall’editore Francesco Coscioni, dalla giornalista Federica Fusco e dalla dirigente scolastica Annamaria Piccinni. “Scrivere per me è un hobby, come cantare - ha spiegato Nicolai - Non ho mai pubblicato nulla pur avendo scritto alcuni racconti. Vincere un premio rappresenta una gratificazione che potrebbe spingermi a fare le cose più sul serio. Ringrazio la vita che per me è un serbatoio di ispirazione. Il parcheggio esiste davvero - ha concluso - Lo hanno costruito buttando giù gli alberi e realizzando 17 posti auto". Andrea Nicolai si è aggiudicato un premio in denaro di 500 euro. Vincitore del contest di fotografia, organizzato da Mara Patricelli, è risultato Alessio Giampaolo, 25 anni, di Cepagatti, con “(re)Generations”, uno scatto molto suggestivo che ritrae una donna mentre pianta un piccolo arbusto accanto ad un grande albero.

Anche il giovane fotografo, che è stato il più votato dai visitatori della mostra delle foto in gara allestita al Castello Marcantonio, ha ricevuto un premio in denaro di 500 euro. “CepagattiArte nasceva come una scommessa: quella di riuscire a fondere insieme tante passioni diverse. Il pubblico numeroso e attento delle tre serate è la prova che che si è trattato di una scommessa vinta” - ha dichiarato Alessio Romano.

Due i premi speciali: il primo per la letteratura assegnato dalla vj Alice Lizza, che ha animato la premiazione assieme ad Alessio Romano, a Raffaella Zaccagna, di Vasto, autrice del racconto “Come Alberi”; il secondo assegnato dal fotografo Stefano Lista allo scatto realizzato da Paride Bucco, 27 anni, di Fara San Martino. Nella giornata di ieri sono stati premiati anche i vincitori dei concorsi di letteratura e fotografia dedicati alle classi quinte delle scuole elementari di Cepagatti. Hanno conquistato il primo premio i bambini Leonardo Di Biase, autore del racconto “La grande quercia”, ed Emanuele Pietrantonio, che ha proposto una fotografia sul tema “Come Alberi”. Entrambi i bambini frequentano la classe V A del plesso di Cepagatti. Si sono aggiudicati un buono del valore di 100 euro per l'acquisto di materiale didattico e una macchinetta fotografica che saranno messi a disposizione della classe.

Condividi su:

Seguici su Facebook