Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

SILENZIO Mostra fotografica della free lance Barbara Sanna Murgia

All'Aurum di Pescara da oggi e fino al 31 luglio

Condividi su:

Una mostra fotografica davvero unica, quella inaugurata nel pomeriggio di oggi, presso l’Aurum di Pescara, all'interno dell'ampia e luminosa Sala D'Annunzio.

Ha presentato l’evento la brava e bella Sara Iannetti, ormai sempre più a suo agio nelle vesti di madrina. Nell’occasione, in tema con il titolo della mostra, SILENZIO, gli artisti presenti hanno scelto di non parlare, lasciando alla presentatrice il compito di esporre ai presenti.

Si tratta di un progetto che la free lance Barbara Sanna Murgia sta portando avanti ormai da ben dieci anni. Tutti i suoi scatti omettono appositamente le figure umane, prediligendo scorci (per lo più ruderi) abbandonati dall’uomo e che la Natura si riprende con prepotenza. Da sottolineare che si avvale sempre della luce naturale.

Non era purtroppo presente al vernissage odierno il giovane fotografo Andrea Virdis, a causa di altri impegni. Ha iniziato la professione nel 2012, mentre il suo progetto (Hide), che ormai procede in parallelo con quello della Murgia, è nato nel 2016. Il comune denominatore rimane ovviamente il Silenzio, che invita alla riflessione, in questi tempi affannosi in cui sembra quasi del tutto assente.

A fare da corollario alla mostra, i sapienti bozzetti dell’artista abruzzese Costantino Di Renzo, che partendo dal movimento iperrealista, negli anni ’70 del secolo scorso, creò poi uno stile tutto suo. Dopo aver esposto le sue opere in giro per il mondo, dedica ben dieci anni di lavoro al mito di Ulisse post-omerico, culminato nel 2009 con una imponente personale all’interno del Castello Carlo V di Lecce. Seguirà una crisi artistica, da cui rinascerà con opere che trattano, in maniera ironica, i più importanti temi della società attuale. E' un artista, per sua stessa ammissione e definizione “senza tempo e senza spazio". Nei bozzetti che presenta quest’oggi “il silenzio risulta dilagante”, da qui l’accostamento naturale con le fotografie esposte.

Dopo aver ricordato che la mostra resterà aperta al pubblico tutti i giorni, fino al prossimo 31 luglio, mentre la prossima data prevista è quella del 1° ottobre a Milano, Sara Iannetti, come sua consuetudine, ha salutato il pubblico presente con una celebre citazione, questa volta del filosofo austriaco Ludwig Wittgenstein: “Nella vita, come nell’arte, è difficile dire qualche cosa che sia altrettanto efficace del silenzio”.

Condividi su:

Seguici su Facebook