Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La spettacolare diva del Gran Sasso vista dal versante orientale e dalla marina pescarese

Condividi su:

Riceviamo e pubbliamo la poesia di un lettore CANTO AQUILANO "LA DORMENTE"

"La catena montuosa del Gran Sasso osservata dal versante orientale e dalla marina pescarese, si configura nel grazioso profilo di una prosperosa fanciulla distesa supina con la chioma fluente e i delicati  lineamenti del viso.

Assopita nel sonno, stagliata nel cielo e cullata dalle onde del mare, la maestosa diva  del Gran Sasso domina superbamente gran parte del territorio abruzzese, rappresentandone un simbolo unico e straordinario.
La fantasia popolare ha sempre visto nella "Bella Addormentata" una presenza soprannaturale, identificandola con Cibele, Maia, Venere, o con una meravigliosa ninfa di qualsiasi Olimpo fantastico.

Lo spettacolo incantevole e surreale della "Bella dormiente", con i colori cangianti dall'alba al tramonto e mutevoli con l'alternarsi delle stagioni, ha ispirato il poeta Antonio Cimoroni e il musicista Camillo Berardi a comporre il canto aquilano "La Dormente".
Molte montagne in Italia e nel mondo assumono una configurazione simile alla "Bella Addormentata" abruzzese, ma nessuna riesce ad essere chiara, dolce, delicata e affascinante come la "Dormiente del Gran Sasso".  

Versi di Antonio Cimoroni

Musica di Camillo Berardi

Condividi su:

Seguici su Facebook