Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Storie di Donne Migranti Concerto di Donne dedicato alle Donne

Solidarietà e musica per andare incontro alle donne operate ed in chemioterapia

| di Maria Luisa Abate
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Martedì 1 marzo alle ore 21 al Teatro Massimo di Pescara l'Orchestra femminile del Mediterraneo, diretta da Antonella De Angelis, sarà la protagonista con le attrici Saba Anglana e Tiziana Di Tonno nella rappresentazione teatrale musicale Rosamara.

Dal comunicato stampa si legge: ”Rosamara è la storia di due donne: una siciliana Rosa, vissuta a cavallo tra il 1800 e il 1900 durante il primo grande fenomeno dell’emigrazione che vide la partenza di milioni di italiani verso l’America. L’altra donna è Amara, una giovane dell’Eritrea di oggi costretta a lasciare il proprio Paese in cerca di una vita migliore. Due storie di donne a distanza di un secolo che vivono la stessa problematica dell’emigrazione e che alla fine dovranno fare i conti anche con la diseguaglianza sociale che da secoli colpisce l’universo femminile. Il testo scritto dal prof. Roberto Melchiorre è interpretato da due bravissime attrici che hanno saputo cogliere gli aspetti salienti di Rosa e di Amara dopo aver incontrato e ascoltato le vicende di tante donne attuali.”

Il ricavato della serata sarà devoluto, in beneficenza, all'Associazione I colori della Vita a sostegno del progetto “Il sorriso nel cuore” per l'acquisto di parrucche e protesi mammarie a favore delle pazienti oncologiche.

L’associazione culturale “I Colori della Vita” diffonde la cultura del Ben-Essere della persona in tutti gli aspetti della vita e porta avanti un importante progetto che mira a far impegnare la sanità abruzzese a riconoscere un fondo da destinare all’acquisto di parrucche per le donne in cura oncologica.

Già subire una mutilazione per una malattia così grave è difficile da sopportare, ma poi, a causa della chemioterapia, le donne devono subire anche la caduta dei capelli che sono un giusto ornamento naturale al quale si è abituati sin dalla nascita.

Per tutti e per le donne è particolarmente deprimente guardarsi allo specchio e vedere la propria calvizie.

Per la strada, e quando si frequentano i centri oncologici, si vedono molte donne con cappelli e foulard che coprono con semplicità o con estro questa situazione imbarazzante.

La cosa che accomuna tutte queste donne è lo sguardo triste e a volte sperduto che tradisce quest’ulteriore umiliazione che la vita ha inflitto loro.

L’Associazione si è attivata per andare incontro alle donne dando loro la possibilità di poter ottenere la parrucca troppo spesso cara e quindi non acquistabile.

Per fare ciò l’Associazione ha acquistato parrucche per donarle alle donne insieme ad un accompagnamento psicologico per questo percorso di dolore e spesso di solitudine.

L’Associazione si avvale del contributo di professionisti quali psicologi, parrucchieri, estetiste, nutrizionisti, maestri d’arte, consulenti del benessere e tante altre figure professionali che donano la propria cultura e competenze a favore di chi ne ha la necessità.

Il progetto sociale, dell’Associazione, chiamato “il sorriso nel Cuore” oltre che dei professionisti ha bisogno anche di sovvenzioni che le permettono di acquistare le parrucche e anche i reggiseni ortopedici per quelle donne che hanno subito la completa mutilazione dei seni.

Il concerto, quindi, attraverso la vendita dei biglietti darà un concreto aiuto economico per la riuscita del progetto.

Maria Luisa Abate

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK