Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pescara sud, esplode la rabbia degli stabilimenti balneari: “Dal Comune solo promesse mancate”

Condividi su:

Il SIB/Confcommercio interviene per rappresentare la rabbia degli stabilimenti balneari di Pescara Sud a causa dei disagi dovuti ai lavori in corso nella zona.

“Non ne possiamo più delle promesse non mantenute di questa Amministrazione Comunale, che ha più volte annunciato la conclusione del cantiere che da troppi mesi insiste su Pescara Sud – si legge in una nota – Il malcontento dei concessionari deriva dalle infinite e rabbiose lamentele della clientela che non riesce a digerire gli innumerevoli disagi derivanti dai lavori in corso che obbligano a tortuosi percorsi per raggiungere il litorale sud”.

A ciò si deve aggiungere che, a causa del suddetto cantiere, il parcheggio posto a ridosso del Teatro D’Annunzio “è utilizzabile solo a metà, comportando ulteriori problemi ai pochi clienti che con pazienza riescono a recarsi in prossimità degli stabilimenti balneari”.

Inoltre, nell’ultimo fine settimana, l’amministrazione comunale “ha avuto la brillante idea di organizzare una  corsa di biciclette in prossimità dello Stadio Adriatico, con blocco del traffico in tutta la zona, costringendo intere famiglie che volevano recarsi al mare a fare dietrofront e cambiare destinazione”.

Finora il malcontento era stato “soffocato dalle promesse ricevute”, ma l’ennesimo rinvio della conclusione dei lavori e i disagi dell’ultimo weekend hanno fatto “tracimare la pazienza degli operatori che vogliono impegni certi da parte del Comune circa il ripristino della normale viabilità. Basta con l’improvvisazione – dice il SIB – La stagione estiva è entrata nel suo momento clou: è il momento di dare risposte certe e immediate agli operatori economici della zona e ai turisti che hanno bisogno di una riviera che funzioni al massimo delle sue potenzialità”.

Condividi su:

Seguici su Facebook