Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

M5S e i parcheggi sulla Strada Parco: "Le macchine non devono esserci e non si possono far circolare"

| di Movimento 5 stelle
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

 Il PD pescarese si accorge solo oggi che arriva l'estate ed ancora una volta grida all'emergenza dei parcheggi sul lungomare pescarese. Ed ancora una volta arriva la solita vecchia soluzione che continua ad unire il partito unico di questa città, ossia ricorrere alla Strada Parco come nuova arteria carrabile cittadina.

< L'unico sussulto di centro destra e centro sinistra sulla cancellazione estiva della strada parco è in merito al costo di 3 euro per la sosta dei veicoli> sostiene la consigliera del M5s di Pescara Erika Alessandrini < è assurdo che l'incapacità dell'amministrazione Alessandrini di pianificare soluzioni per i parcheggi estivi ai bagnanti, venga spacciata ancora una volta come un' emergenza e, come al solito, a farne le spese saranno tutti quei cittadini che finora la Strada Parco l'hanno usata e che lasciano la macchina a casa per muoversi a piedi o in bicicletta. Per non parlare del centro destra che non perde occasione per riportare il traffico su uno spazio affollato, soprattutto d'estate, di bambini e anziani al passeggio>.

 La strada parco dovrebbe essere uno spazio pubblico pedonale inviolabile in una città dove il verde nelle zone centrali e più popolate è solo un miraggio. Lo stesso piano regolatore nel definire il "corridoio verde", di cui la strada parco fa parte, prevede che la circolazione automobilistica sia ammessa solo per veicoli di emergenza e/o soccorso e per mezzi pubblici non inquinanti. Ma  le norme, questa amministrazione, ci ha insegnato che possono essere calpestate al bisogno, come già è accaduto lo scorso anno quando le macchine sono state fatte parcheggiare, salendo su un'area verde ricadente all'interno della Riserva Dannunziana.

Questa volta si è superato ogni limite, con Del Vecchio che solo la scorsa estate aveva minacciato le dimissioni pur di evitare l'accesso alle auto sulla Strada Parco, così come sempre sostenuto quando era all'opposizione e urlava dai banchi per impedire alla giunta Mascia di parcheggiare sull'ex tracciato ferroviario. Oggi invece accetta supinamente il dictat dei balneatori, cui evidentemente non può dire di no.

  continuano i consiglieri del M5s di Pescara.

Già dallo scorso anno il Movimento 5 Stelle in consiglio comunale aveva avanzato la proposta di un piano della mobilità estiva, che fu bocciato proprio dalla stessa maggioranza che oggi, incapace di trovare soluzioni alternative, cancella gli spazi pedonali per favorire l'uso delle macchine con cui circolare in città. A quanto pare per lil PD la mobilità sostenibile e l'incentivo all'uso della bici è argomento da sbandierare ai quattro venti solo quando è necessario prendere voti in campagna elettorale.

conclude la Consigliere del m5s Erika Alessandrini.

Movimento 5 stelle

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK