Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Inquinamento mare, M5S: "La città paga gli enormi ritardi di comune e regione"

| di Movimento 5 stelle
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Un'altra fumata nera per via Balilla e via Galilei che risultano ancora non balneabili. A confermarlo sono i dati rilevati negli ultimi prelievi dell'ARTA effettuati il 14 giugno sul litorale pescarese.

Dati che parlano chiaro:

Da quando sono iniziati i prelievi di routine previsti dalle normative vigenti (a metà aprile), in via Balilla non sono MAI stati riscontrati risultati conformi, mentre in via Galilei i risultati hanno superato  i valori limite 3 volte su 7. Con questi dati non si può certamente assicurare al cittadino la balneabilità, nemmeno se in futuro avessimo risultati più confortanti.

"Quei tratti presentano una situazione batteriologica allarmante, sono inquinati e la probabilità di fare il bagno in mezzo a eschierica coli e colibatteri è altissima" commentano i consiglieri comunali del M5S "Ci auguriamo che il sindaco non ci faccia assistere alla danza delle ordinanze sulla balneabilità in via Galilei e Via Balilla vietando o consentendo la balneabilità rincorrendo qualche dato"

"Avevamo dato l'allarme un anno fa ed oggi è evidente il grave ritardo con cui si è mossa sia l'amministrazione comunale che il Presidente della Regione che, piuttosto che farsi riprendere vicino agli scarichi fognari,  farebbe meglio a fare mea culpa sul mancato rispetto delle promesse fatte in campagna elettorale".

Movimento 5 stelle

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK