Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ciclostaffetta, arrivo a Pescara, entusiasmo e firma di un protocollo d’intesa tra Fiab e la Regione Abruzzo.

Condividi su:

Pescara, 12 settembre, ore 12 circa, un entusiasta e bagnato gruppo di ciclisti amatoriali ha raggiunto Pescara per fare una sosta e incontrarsi con amministratori e politici all’Aurum.

La pioggia non ha fermato l’entusiasmo dei ciclisti che si sono riuniti nella Sala Tosti per ascoltare i politici locali e i loro rappresentati.

La comitiva è stata capeggiata da Giancarlo Odoardi, coordinatore interregionale FIAB Abruzzo e Molise e membro di CIAB, il Club delle Imprese Amiche della Bicicletta, a guidare il confronto, nella sala Tosti, Laura Di Russo Presidente FIAB Pescarabici.

All’incontro erano presenti il vice sindaco di Pescara Vincenzo Del Vecchio, l’assessore regionale al Ciclo-Turismo Dino Pepe, l’Arch. Antonio Sorgi, assessore Autorità Ambientale Regione Abruzzo, il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco, il prof. Paolo Fusaro del Dipartimento di Urbanistica dell’Università di Architettura, Antonio della Venezia coordinatore della rete delle ciclovie, Alessandro Tursi della Fiab e la Presidente nazionale della Fiab Giulietta Pagliaccio.

Ogni partecipante all’incontro ha salutato il gruppo Fiab di ciclisti che con tanto entusiasmo hanno partecipato alla tappa di oggi e che dopo l’incontro riprenderanno la corsa per arrivare alle prossime città dove converranno con altri amministratori e politici per parlare dell’importante iniziativa che vuole ufficializzare la ciclovia che unisce Termoli ad Ascoli Piceno.

Grande interesse hanno suscitato gli amministratori regionali quando hanno parlato di finanziamenti e di progetti già appaltati.

Interessante l’intervento di Dino Pepe che, dopo aver elencato tutti i progetti in essere e pronti per il futuro prossimo, ha parlato di un finanziamento di 5 milioni di euro per la realizzazione di un progetto, a livello regionale, di un sistema di Bike Sharing, predisponendo stazioni di noleggio e condivisione di biciclette tra le singole realtà territoriali comunali, tutto ciò con l’obiettivo di sviluppare sistemi alternativi all’utilizzo dell’autovettura, in vista della finalità di generale riduzione dell’inquinamento atmosferico

La cosa importante come ha detto l’arch. Antonio Sorgi è che il soggetto attuatore, che interverrà nella seconda fase del progetto di piste ciclabili,  dovrà essere unico composto dai tre comuni capoluoghi di provincia della Regione Abruzzo.

Importante, ha detto Sorgi, è anche arrivare ad una classificazione delle strade ciclabili al fine di creare anche regole per i ciclisti e gli automobilisti.

Il prof. Fusaro ha parlato della cultura che è alla base del concetto che intende la bici non solo come unico mezzo di trasporto, ma come un nuovo modo di vivere e di concepire la città.

Il fil rouge, che ha unito tutti gli interventi è stato quindi un nuovo concetto di benessere urbano che coincide con una ritrovata capacità di utilizzare la bicicletta per un nuovo modo di vivere la città che, come ha concluso la Presidente Giulietta Pagliaccio, significa una nuova richiesta di qualità, di bellezza che potranno condizionare gli spazi per vivere al meglio la città.

L’incontro si è concluso con la firma di un protocollo d’intesa, presentato da Alessandro Tursi, tra l’assessore regionale Dino Pepe e la Presidente della FIAB Giulietta Pagliaccio per la costruzione della rete ciclabile atta ad unire tutte le città adriatiche inserendo le tessere mancanti al mosaico delle piste in costruzione.

A fine incontro Giancarlo Odoardi ha salutato e ringraziato tutti i presenti e Marco Sclarandis ha declamato una sua poesia che come soggetto ha la bicicletta ed il ciclista.

Condividi su:

Seguici su Facebook