Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Zona Franca Urbana: sul sito del Comune non c'è neanche un link di riferimento

| di Forza Italia Pescara
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“A partire da domani, venerdì 4 maggio, sarà possibile, per imprese e professionisti interessati, presentare le domande per accedere alle agevolazioni fiscali della Zona Franca Urbana, ma l’amministrazione Alessandrini non ha ritenuto importante inserire alcun avviso pubblico sul sito istituzionale on line del Comune. Non un link, non una nota in rilievo che fungesse da memorandum per gli utenti, zero modulistica, non un riferimento, niente di niente. Francamente fatichiamo a capire perché nessuno si sia preoccupato di ricordare ai cittadini un appuntamento di tale rilievo, considerando, peraltro, che i tempi sono stretti, visto che il termine ultimo per accedere ai benefici è il prossimo 23 maggio, non comprendiamo se tale grave dimenticanza sia imputabile esclusivamente alla solita sciatteria della giunta Comunale o se, magari, qualcuno abbia ritenuto importante divulgare il meno possibile l’iniziativa. Ovviamente noi riteniamo che occorra rendere funzionale e utile la Zfu e per questa ragione chiediamo al sindaco di correggere subito il tiro”.

Lo ha denunciato il Capogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara Marcello Antonelli, ufficializzando l’ultimo scivolone del sindaco Alessandrini.

“Nelle settimane a ridosso delle elezioni politiche – ha ricordato il Capogruppo Antonelli – abbiamo assistito a una vera e propria azione di propaganda sulla partenza, finalmente, della Zona Franca Urbana, con la concessione dei finanziamenti anche su Pescara. Un provvedimento che, sostanzialmente, permetterà alle imprese e ai professionisti le cui attività ricadono in 144 strade della zona sud-ovest di Pescara, individuata come ‘zona economicamente sofferente’ rispetto al territorio cittadino, di accedere ad alcune serie di agevolazioni fiscali che, da un lato, aiutino le imprese stesse e i professionisti a respirare per alcuni anni, e a superare la crisi imperante che investe ogni settore, dall’altro a incentivare anche alcune assunzioni, quindi alla creazione di posti di lavoro. Un’attività certamente non nata con il sindaco Alessandrini che però ha avuto la sorte di ereditarla e di farla partire. Per giorni, prima delle elezioni, tutto lo schieramento del Pd ha tenuto conferenze stampa su conferenze stampa, incontri pubblici, riunioni di Commissione, con l’obiettivo, abbiamo pensato, di promuovere al massimo tale occasione in favore dei cittadini. Ma tale certezza si è liquefatta come neve al sole oggi: a partire da domani, infatti, le imprese e i professionisti della Zfu che vogliono accedere alle agevolazioni possono materialmente presentare la propria domanda, che peraltro prevede anche una dichiarazione del Comune che deve attestare, certificare, in modo ufficiale, che quelle imprese e quei professionisti operino all’interno della Zona Franca Urbana, ma chi cerca i moduli attraverso il sito on line istituzionale del Comune, come sarebbe ovvio e scontato, è destinato a restare deluso, perché sul sito non c’è alcun riferimento alla Zfu. Aprendo la homepage e scorrendo tra i vari link si passa dalla partita della solidarietà alla chiusura della riviera, da Lo Sport non va in vacanza sino ai moduli per pagare le tasse, ma della Zona Franca Urbana non v’è traccia. Non una nota tesa a ricordare agli utenti che da domani possono presentare la domanda, inesistenti i moduli che molti professionisti non sanno come e dove reperire, non un link che magari rimandi al sito del Ministero, nulla. Non solo: in realtà la giunta Alessandrini non ha neanche individuato il dipendente, ovvero il soggetto, che materialmente dovrà certificare e attestare la presenza di una impresa o di un professionista all’interno della Zona Franca Urbana e senza tale dichiarazione non è possibile neanche presentare la domanda, pur disponendo dei moduli. Siamo dinanzi a una défaillance imperdonabile per il sindaco Alessandrini – ha aggiunto il Capogruppo Antonelli – che riteniamo inconcepibile e che soprattutto ha reso inutile tutta la propaganda precedente. Ci sembra assurdo che nessuno abbia pensato sino a oggi di mettere a disposizione degli utenti, per appena 30 giorni, una struttura di riferimento a supporto di imprese e professionisti, capace di fornire tutti i moduli e le spiegazioni necessarie, di aiutare anche gli utenti a compilare le domande al fine di garantire la massima adesione e l’esaurimento dell’intero fondo messo a disposizione. Chiaramente, bocciando l’inerzia della giunta comunale, chiediamo che si ripari subito al danno, e quindi venga dato mandato alla struttura del Ced di aprire una finestra ad hoc sul sito che fornisca ogni dettaglio inerente la Zfu, e soprattutto che vengano individuati i dipendenti adeguatamente formati sul tema, che per i prossimi venti giorni dovranno essere a disposizione dei cittadini per aiutarli a partecipare al bando della Zfu”.

Forza Italia Pescara

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK