Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Nonostante le rassicurazioni, i lavori alla primaria di San Silvestro sono fermi

| di Eugenio Seccia consigliere comunale Forza Italia
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Nonostante le rassicurazioni sulla ripresa dei lavori alla scuola primaria e dell'infanzia i lavori non sono ripresi dopo la pausa estiva.

Peccato che da allora tutto sia rimasto fermo: del cantiere nessuna ombra, nessuna notizia data ai genitori che, in compenso, sopportano tutti i disagi connessi al dover portare i propri figli in una scuola logisticamente lontana da casa, per non parlare dei disservizi per quei pochi che hanno scelto lo scuolabus.

Ancora una volta siamo dinanzi a una giunta amministrativamente incapace di gestire un progettio ed un finanziamento già disponibile e si cercano ancora alibi che giustifichino ritardi non giustuificabili da nulla.

Lo ha detto il consigliere comunale di Forza Italia Eugenio Seccia ufficializzando le problematiche inerenti il cantiere della scuola di San Silvestro dopo aver nuovamente acllarato lo stato reale del cantiere.

"L'incapacità nel programmare azioni amministrative da parte della Giunta Alessandrini si è evidenziata già dal 2014 – ha sottolineato il consigliere Seccia – ma ora è diventata lampante su alcune questioni, come la gestione del cantiere per la messa in sicurezza sismica della scuola di San Silvestro, cioè di un'opera la cui richiesta di finanziamento ed il progetto preliminare sono stati ereditati dalla precedente amministrazione di centrodestra.

Lo scorso 24 marzo tutti i bimbi della scuola primaria e dell'infanzia di San Silvestro sono stati trasferiti nel plesso di via Rubicone perché era urgente l'apertura del cantiere per i lavori antisismici, lavori tanto impellenti da non poter attendere neanche un mese e mezzo la chiusura delle scuole e la pausa estiva per evitare problemi a bambini, docenti e genitori. Ob torto collo tutti si sono visti costretti ad accettare, loro malgrado tale decisione, peccato che a un mese esatto dalla 'deportazione' dei bambini, quel cantiere non sia mai stato aperto e solamente in luglio è stata presentata richiesta di nullaosta al genio Civile compromettendo volutamente 2 anni accademici.

Dopo tante proteste ancora registriamo la mancata riapertura del cantiere per inacapacità di gestire sia nella fase progettuale che operativa l'attuazione del progetto.

Quindi scuola chiusa a San Silvestro, con essa speriamo non chiudano le uniche attività commerciali ancora aperte sul colle, infatti , in ballo oltre il disagio per i bambini e gli studenti cè la sopravvivenza sociale di una un'intera collettività che, visti i lunghi tempi, in parte si è organizzata  a altrove e quando e se termineranno i lavori magari non reiscriveranno i bambini al plesso di San Silvestro

Inutilmente – ha aggiunto il consigliere Seccia – sono passati altri due mesi  ma l'amministrazione è ancora alle prese con la burocrazia.

Ovviamente porterò in Commissione edilizia scolastica la problematica chiedendo i tempi di tale opera, tempi su cui saremo vigili e rigorosi, perché è evidente che questo anno scolastico è ormai destinato a terminare nella scuola di via Rubicone.

Eugenio Seccia consigliere comunale Forza Italia

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK