Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

La Croce Rossa di Pescara ha approvato il bilancio di previsione e ha ricevuto un defibrillatore

| di Ufficio stampa Croce Rossa Pescara
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Con voto unanime, l'assemblea dei soci della Croce Rossa di Pescara, ha approvato il Bilancio di previsione 2019. Il documento indica anche per il prossimo anno un avanzo di gestione che verrà, in grand parte, dedicato al potenziamento delle attività sociali, ed in particolare per i nostri concittadini che abitano nelle periferie della città.

"E' stato un anno complesso e difficile – dice Fabio Nieddu, Presidente del Comitato CRI di Pescara – forse quello più complicato per via della ben nota vicenda della sede ma, grazie alle nostre sole forze, siamo riusciti a risolvere il problema e non abbiamo fatto mancare il nostro supporto ai cittadini pescaresi neanche per un giorno, identificando ed allestendo a tempo di record la nostra nuova sede in via Andrea Doria. Tutto ciò difronte ad una sconcertante insensibilità degli organi di governo delle amministrazioni provinciale e comunale".

Dopo la lettura delle singole voci ed il relativo voto unanime, il Presidente ha tenuto a ringraziare tutto il consiglio direttivo, il Vice Presidente Luca Rotolone, i consiglieri Marcello Carfagna, Morena Evangelista e Lorenza D'Amico, per il grande apporto fornito, la segreteria, tutti i delegati tecnici di Area, i referenti di attività e tutti i volontari che hanno dedicato il loro tempo al prossimo.

Nel corso dell'assemblea, sono state costituite singole aree tematiche dove, ogni referente, per l'area di propria competenza, ha potuto discutere dei progetti e degli obiettivi concreti per il 2019.

La giornata, poi, è proseguita con un pranzo natalizio nel corso del quale è stato particolarmente toccante il ringraziamento alla famiglia Sargiacomo che per la seconda volta, negli ultimi due anni, ha donato alla Croce Rossa di Pescara un defibrillatore automatico utile per i servizi di emergenza sanitaria che quotidianamente le ambulanze della CRI espletano sul territorio di Pescara Centro.

Il dono è stato consegnato dal Prof. Massimo Sargiacomo al Presidente della CRI, Avv. Fabio Nieddu, in memoria di Vittorio Sargiacomo, fratello di Massimo e Francesca, manager di una grande multinazionale che ‪‪il 20 aprile 2012 ha lasciato la sua famiglia ed i suoi cari a 47 anni, in occasione di un viaggio di lavoro in Cina.

Sono state tante le iniziative di beneficenza fatte nel ricordo di Vittorio Sargiacomo - anche di concerto con l'Associazione Tartabus -, dal varo della sala di studio polifunzionale "Vittorio Sargiacomo" nel reparto di pediatria della Asl di Pescara, diretta dal professor Lelli Chiesa, alla disponibilità di cinque tablet che l'associazione Tartabus utilizza regolarmente per il processo di umanizzazione delle cure in ospedale, alla donazione della prima ed unica Lim all'istituto comprensivo Pescara 1. Quest'oggi, come detto, è stato donato un nuovo defibrillatore alla Croce Rossa di Pescara.

"Donare uno strumento che può ridare la vita - dice il fratello Massimo Sargiacomo, economista aziendale e docente dell'Università d'Annunzio - è un modo per tornare ad abbracciare mio fratello Vittorio che, con una grande propensione verso il prossimo, si è sempre donato generosamente agli altri. Noi purtroppo abbiamo perso una persona che amavamo profondamente, ma con questi gesti, continueremo ad alimentare questa linea di vita in suo nome, perché è quella che lo rappresenta di più, sperando in tal modo di supportare i volontari della CRI nel salvare la vita di tutti noi".

Siamo immensamente grati alla famiglia Sargiacomo – conclude il presidente Fabio Nieddu - per averci consentito, ormai da due anni, di poter aumentare le risorse di defibrillatori a nostra disposizione per salvare vite umane attraverso un intervento tempestivo e tecnologicamente all'avanguardia".

Presente al momento di ringraziamento anche il Presidente Regionale della Croce Rossa Gabriele Perfetti che ha voluto ricordare, anch'egli, Vittorio Sargiacomo e ringraziare la famiglia, rappresentata dal figlio di Vittorio, Francesco, dal prof. Massimo Sargiacomo e dalla sorella Francesca, per l'importante sensibilità che ha manifestato.

Nel corso della serata, conclusasi con il taglio della torta augurale, sono stati consegnati gli attestati ai nuovi operatori dell'emergenza che hanno concluso il recente corso.

Ufficio stampa Croce Rossa Pescara

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK