Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Come gestire le emozioni per diventare trader

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La paura e l'avidità sono due delle emozioni in grado di incidere negativamente sulle nostre vite quotidiane. In particolar modo però, gli esperti del settore finanziario, si sono accordi che questi due fattori emozionali vanno ad influenzare anche l’attività di trading, rendendola più difficile e portando spesso ad esiti negativi.

La paura e l'avidità sono stati quindi individuati tra i principali incisori dei mercati finanziari. Essi infatti giocano un ruolo importante nella psicologia del trading.

 L’investitore va un attimo in tranche quando deve abbracciare o domare queste emozioni, rendendo più o meno vincente l’operazione effettuata.

Se vogliamo abbracciare la strada del trading non solo dobbiamo leggere le guide in merito, come quelle di DiventareTrader, ma dobbiamo anche imparare ad autogestire il piano emozionale.

Come le emozioni incidono sulla negoziazione digitale

'La paura e l'avidità' per coloro che ambiscono a diventare traderpossono essere fattori alquanto dannosi se non gestiti correttamente.

La paura è spesso considerata come la riluttanza ad entrare in un dato investimento o la chiusura di un trade vincente in anticipo. Viceversa, l'avidità si manifesta invece quando i traders aggiungono più capitale alle operazioni vincenti o alla sovra-leva con l’obiettivo di trarre profitto da piccole mosse nel mercato.

Gli investitori, i negoziatori digitali, temono quando le posizioni si muovono contro di loro in quanto ciò potrebbe diventare una minaccia per il potenziale profitto. Osservare una posizione che si muove contro di noi, evoca la paura di realizzare quella perdita e quindi i trader tendono a mantenere le posizioni per molto più tempo di quanto dovrebbero.

L'avidità è molto diversa dalla paura, ma può facilmente minare gli investimenti,in particolarese non è gestita in modo appropriato. Tende a sorgere quando un trader decide di trarre vantaggio da un trade vincente dedicando più soldi allo stesso movimento, nella speranza che il mercato continui a muoversi a favore del trader.

Un’attenzione maggiore all’avidità

L'avidità può emergere anche quando i trader cercano di cimentarsi in un investimento perdente e decidono di "raddoppiare", nella speranza che il lancio di più soldi sia in grado di migliorare la posizione a diventare positiva.

Questa negativa emozionesi affaccia spesso, anche troppo, nei mercati finanziari. Un tipico esempio più recente è stato in materia di bitcoin, quando gli investitori si sono ammassati nella criptovaluta pensando che fosse in grado semplicementedi aumentare di valore prima che anch'essa crollasse.

Avere un piano e ridurre la portata degli investimenti

Come gestire dunque queste due pericolose e minatorie emozioni? Come prima cosa gli operatori dovrebbero avere un piano di trading in atto. Il tutto onde evitare qualsiasi impulso emotivo che possa allontanarci dal piano iniziale.

In secondo luogo bisognarendere minori le dimensioni dell’operazione effettuata. Gli esperti in tal senso, affermano che uno dei modi più semplici per ridurre l’effetto emotivo delle nostre operazioni è di ridurre le dimensioni del proprio trade.

Questo è stato uno dei tanti aspetti positivi considerato all’interno del mercato per imparare a gestire le emozioni in materia di trading.

Infine gli investitori devono anche essere responsabili nei confronti di se stessi durante il trading. Il modo migliore per farlo è quello di creare un giornale di trading. Il tutto facendo sempre attenzione a rimuovere tutte le emozioni quando si valutano i risultati delle proprie operazioni e si tagliano le strategie non convenienti.

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK