Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Abruzzesi nel mondo: "Generare un volano di opportunità e di scambi"

Il presidente della Regione Marsilio presenta il nuovo Consiglio direttivo del Cram

redazione
Condividi su:

Si è riunito, nella sede della Regione Abruzzo a Pescara, il Consiglio regionale degli abruzzesi nel mondo (CRAM), disciplinato dalla legge regionale n. 47 del 2004. Sono tre gli organi partecipativi: il Consiglio, il Consiglio direttivo e l'Osservatorio per l'Emigrazione. E, in occasione della prima seduta, l'Osservatorio ha eletto il suo rappresentante in seno al Consiglio direttivo: si tratta di Antonio Innaurato (delegato Uncem).

Il Consiglio direttivo è composto dal presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, o suo delegato, tre consiglieri regionali (Sabrina Bocchino, Roberto Santangelo e Sara Marcozzi) e Antonio Innaurato, eletto appunto in rappresentanza dell'Osservatorio.

Il Cram si occupa di una pluralità di materie, ponendo, alla radice della sua azione, il rafforzamento dei legami con la comunità abruzzese che vive lontano dalla Regione. Il presidente Marco Marsilio ha sottolineato come sia fondamentale mantenere vivi i rapporti con le comunità di abruzzesi presenti all'estero. "Per numero di abruzzesi che vivono all'estero e come se ci fosse una seconda regione fuori dai confini nazionali - ha esordito il presidente Marco Marsilio -. E pertanto dobbiamo mantenere i rapporti forti e vivi; con loro dobbiamo generare un volano di opportunità e di scambi. C'è un grande interesse. Voglio ricordare la visita del Segretario di Stato americano, Mike Pompeo, è tornato dopo tanti anni a Pacentro per visitare la casa dei bisnonni paterni. Il nostro obiettivo è stringere legami ancora più forti con gli abruzzesi che vivono all'estero, potenziando ad esempio i voli con il nostro aeroporto o dialogare con le comunità, affinché le radici con la terra di origine non siano abbandonate".

Condividi su:

Seguici su Facebook