Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Trasporto scolastico

Lettera aperta informativa sulla Legge della Rotazione in ambito di gare d’appalto e affidamenti diretti

| di Carlo P.
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Si torna nuovamente a parlare di Amministrazioni Comunali che non rispettano le regole.

in particolare, nel pescarese, si parla del Servizio Trasporto Scolastico che, come si può notare dai vari siti comunali alla voce AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE, da anni viene affidato senza gara d’appalto ma tramite affidamento diretto sempre alle medesime ditte tramite il tacito rinnovo.

Come tutti sappiamo, nelle gare d’appalto, ma anche negli affidamenti diretti, dev’essere applicata la legge sulla rotazione, ma sembra proprio che il Comune di Collecorvino non la conosca. Allora la spieghiamo noi.

Il principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti è uno dei principi fissati dall’articolo 36 del Codice dei Contratti Pubblici da rispettare nelle procedure di affidamento sotto soglia comunitaria.

Il principio di rotazione è finalizzato al non consolidarsi di rapporti solo con alcune imprese, favorendo la distribuzione delle opportunità degli operatori economici di essere affidatari di un contratto pubblico.

La volontà è quella di evitare la formazione di rendite di posizione a favore di alcuni operatori economici in violazione del principio di concorrenza e di favorire la distribuzione delle opportunità degli operatori economici, specie se micro, piccole e medie imprese, di essere affidatari di un contratto pubblico.

Il Decreto correttivo del 2017 ha modificato la norma sottolineando che la rotazione deve aver riguardo sia agli affidamenti che agli inviti.

Non vi è dubbio che in siffatto contesto il principio di rotazione, inteso come “rotazione degli affidamenti”, assume un’evidente funzione pro-concorrenziale, giacché implicherà che, al successivo affidamento, l’aggiudicatario non potrà nuovamente ottenere l’asse­gnazione diretta del contratto, dovendo invece lasciare spazio a nuovo e diverso operatore economico. Il principio di rotazione qui diviene un importante strumento di garanzia del pluralismo degli operatori e quindi una garanzia concorrenziale, intesa nel senso di succedersi degli operatori nell’affidamento diretto e rappresenta il più rilevante elemento di conformazione dell’azione amministrativa, svincolata dai rigidi formalismi di gara, nella direzione di apertura al succedersi di diversi operatori economici nella posizione di controparte contrattuale dell’Amministrazione. 

Speriamo che con questa segnalazione qualcuno prenda provvedimenti, visto che le varie segnalazioni fatte ai vari Comuni cadono sempre nel vuoto e speriamo altresì che da questa lettera aperta, tutti i Comuni vengano a conoscenza di questa legge che il più delle volte viene ignorata.

Carlo P.

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK