Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Coronavirus: "La donazione di sangue è sicura"

"Il sistema trasfusionale abruzzese sta reggendo bene anche all'impatto mediatico sulla preoccupazione", dice Pasquale Colamartino (direttore Centro regionale)

Condividi su:

"La prima notizia da dare è che il sistema trasfusionale abruzzese sta reggendo bene all’impatto anche mediatico sulla preoccupazione per il Coronavirus. I donatori stanno venendo a donare e le scorte di sangue in questo momento sono sufficienti“.

Lo ha detto all'Ansa Pasquale Colamartino, direttore del Centro regionale Sangue, in merito all’emergenza Coronavirus.

Possiamo poi rassicurare tutti i cittadini che i centri di raccolta del sangue sono sicuri e non sono luoghi in cui si possa trasmettere il Coronavirus perché tutti i donatori al momento della prenotazione da parte dei call center dei centri trasfusionali, vengono prima pre selezionati, informati su tutte le problematiche del Coronavirus, sui rischi che si possono correre e se ci sono dei dubbi, o se una. Intima sintomatologia come raffreddore o mal di gola, i donatori si autosospendono e non accedono ai centri di raccolta. Ci sono poi anche altri filtri e misure di sicurezza prima che i donatori arrivino in sala di attesa. I locali sono poi sanificati, i sanitari sono controllati, e le donazioni di sangue vengono fatte in totale sicurezza.

Aggiungo che il Coronavirus non si trasmette attraverso la donazione di sangue, come dimostrato, e dunque parliamo solo di misure precauzionali, sottolinenando, ovviamente, che vengono esclusi dalle donazioni le persone che provengono dalle zone rosse o quelli che hanno avuto contatti stretti con chi proviene dalle zone rosse o sono, sospetti di avere una sindrome da Coronavirus, ma ribadiamo che la donazione è sicura”.

Condividi su:

Seguici su Facebook