Qual è il destino dell'Area di Risulta?

Se ne discuterà in Consiglio comunale

| di la redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Domani in Consiglio comunale si discuterà sul futuro dell'Area di Risulta, sul progetto di riqualificazione del parcheggio da 13 ettari nel pieno centro di Pescara.

Sulla discussione sono intervenuti il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri che ha sottolineato come i fondi per la riqualificazione siano pasasti dai 12 a 20 milioni di euro grazie all'intervento della Regione.

L’obiettivo raggiunto oggi dalla città di Pescara, ovvero il poter portare domani all’esame del Consiglio comunale, dopo appena un anno di amministrazione, la delibera tesa a dare concretezza alla futura destinazione delle aree di risulta, è frutto anche dell’attenzione del Governatore Marsilio, mia e della Regione Abruzzo nei confronti del capoluogo adriatico.

Un’attenzione che ci ha permesso di incrementare in modo evidente i fondi necessari per la riqualificazione e il riassetto dei 13 ettari, dirottando sul progetto nuove e cospicue risorse, tanto da aumentare il plafond dai 12milioni di euro risorse Masterplan a ben 20milioni di euro.

L’impegno della Regione non è concluso: con tutti gli altri consiglieri regionali di maggioranza continueremo a tenere alta l’attenzione per garantire il rispetto dei tempi procedurali e per agevolare quanto più possibile i servizi in favore dei cittadini, come l’abbattimento dei tempi di concessione dei parcheggi all’esterno

Altro intervento sul progetto di riqualificazione è arrivato dal M5S che critica il sindaco Carlo Masci dichiarando che Pescara è stata tradita dal suo primo cittadino:

La città di Pescara pensava di avere scampato il pericolo di una vera e propria svendita dell'area di risulta e del centro città, ma l'elezione di Carlo Masci – commentano i consiglieri M5S Pescara Erika Alessandrini, Paolo Sola, Giampiero Lettere Massimo Di Renzo  ha soltanto ritardato di un anno lo scempio su cui i cittadini avevano già urlato forte e chiaro la loro contrarietà, con un processo partecipativo mai visto prima e oltre 4500 osservazioni presentate da residenti, commercianti e fruitori del centro cittadino".

Domani approderà, infatti, in aula la discussione sulla proposta di fattibilità tecnico/economica di riqualificazione dell'ex area di risulta, con il Movimento 5 Stelle che torna ad attaccare la maggioranza di centrodestra sulla gestione disastrosa di uno dei temi più importanti negli ultimi 30 anni a Pescara.

"Poco più di un mese fa avevamo lanciato l'ennesimo appello – ricordano i consiglieri pentastellati – su quale fosse il rischio del lassismo del centrodestra che, dopo aver lasciato trascorrere un anno intero senza alzare un dito sulla questione area di risulta, si sarebbe nascosto dietro la giustificazione di non avere più tempo per modificare l'insostenibile proposta del centrosinistra nella scorsa consiliatura, correndo il rischio di perdere i finanziamenti pubblici a disposizione. Anche se questo vuol dire rimangiarsi tutte le critiche a quello stesso progetto sollevate fino ad un anno e mezzo fa e rinnegare le promesse elettorali fatte alla cittadinanza".

la redazione

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK