Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

A Pescara 670mila euro per adeguare le scuole alle norme anti Covid

| di Ufficio stampa Fratelli d'Italia Pescara
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“Il Comune di Pescara disporrà di un fondo ministeriale pari a 670mila euro per effettuare lavori di adeguamento anti-Covid-19 in tutti gli Istituti scolastici della città, sulla base delle indicazioni sanitarie e delle esigenze manifestate dalle singole dirigenze. Gli interventi prevedono la realizzazione di pareti in cartongesso per la riorganizzazione di aule e palestre, e la realizzazione di nuovi piazzali per l’ingresso e l’uscita degli studenti. L’amministrazione comunale ha già ingranato la marcia e, come da rassicurazioni degli uffici tecnici, le nostre scuole saranno pronte per il prossimo 14 settembre, data fissata dal Ministero dell’Istruzione per il ritorno a scuola in presenza”.

Lo ha ufficializzato il Presidente della Commissione Edilizia scolastica e pubblica istruzione Fabrizio Rapposelli al termine della seduta odierna che ha visto la presenza del dirigente ai Lavori pubblici, l’architetto Giuliano Rossi.

“Siamo arrivati a fine luglio ed è il momento per fare un punto sulla situazione dell’edilizia scolastica cittadina in vista della riapertura del prossimo settembre – ha sottolineato il Presidente Rapposelli -. L’assessore delegato Gianni Santilli, vicesindaco, sta già lavorando da tempo sul ‘caso’ e ha più volte riunito i dirigenti scolastici e i dirigenti comunali per verificare le esigenze dei vari Istituti alla luce delle prescrizioni anti-Covid-19 che, sicuramente, determineranno la necessità di una diversa partizione delle aule e una diversa distribuzione numerica degli studenti in ogni classe. Il dirigente Rossi ha riferito una situazione programmatica assolutamente lineare: il Ministero della pubblica istruzione ha stabilito l’inizio dell’anno scolastico per il prossimo 14 settembre, decisione cui seguiranno anche i relativi provvedimenti della Regione Abruzzo, e si sta già lavorando per far sì che tutto sia pronto.

A tal fine il Ministero ha messo a disposizione delle risorse, una parte per gli Istituti scolastici, scuola per scuola, dunque oggi ogni dirigente ha a disposizione un plafond utile, e poi hanno destinato risorse per i Comuni e le Province per interventi sulle rispettive scuole di competenza, ovvero Istituti di istruzione primaria e secondaria. Il Comune di Pescara, per le proprie scuole, ha avuto l’assegnazione di un fondo pari a 670mila euro: come ha riferito l’ingegner Rossi, abbiamo già risposto al bando ministeriale e ci hanno autorizzato a spendere l’intero fondo che è già disponibile.

Ora gli uffici stanno ottemperando agli altri adempimenti, primo fra tutti la presentazione delle schede progettuali e il dirigente Rossi ha fatto richiesta per mettere a disposizione della struttura tecnica il finanziamento che è stato diviso in tre parti: 220mila euro per le scuole di Pescara centro e Colli, 220mila euro le scuole di Pescara Porta Nuova e con tale fondo andremo a coprire tutti i plessi dei 5 Istituti Comprensivi di Pescara. Infine c’è la terza parte di circa 150mila euro che utilizzeremo per la sistemazione dell’ultimo piano della scuola media Virgilio, che è ancora allo stato grezzo e che ora andremo a ultimare per avere ulteriori aule a disposizione. Ci sono attività in corso, sono state raccolte le richieste dei dirigenti in merito alla sistemazione delle classi e hanno già ipotizzato gli spazi da dividere o accorpare per dare una idonea dislocazione agli studenti.

Le linee guida che dovranno essere osservate saranno quelle di garantire la distanza di almeno un metro tra gli alunni, e almeno di 2 metri tra lo studente e il docente, distanza, quest’ultima, che andrà assicurata anche quando lo studente viene chiamato alla lavagna per le interrogazioni. Questo significa che, approssimativamente, ogni aula per contenere 23 studenti, che sino a oggi è stata la capienza massima standard per ogni classe, dovrà avere almeno una dimensione di 44-50 metri quadrati. Le competenze comunque fanno capo a ciascun dirigente scolastico e al responsabile della sicurezza all’interno di ciascun istituto, il Comune però seguirà con le imprese e i tecnici le lavorazioni come richiesto al Ministero.

I lavori che verranno eseguiti con il fondo da 670mila euro – ha aggiunto il Presidente Rapposelli – prevedono la realizzazione di separazioni di spazi grandi con pareti in cartongesso, veloci da costruire; la separazione degli spazi all’interno delle palestre comunali scolastiche; l’apertura di nuovi ingressi e porte negli Istituti; l’istituzione di piazzali fuori dagli edifici per un distanziamento dei ragazzi all’uscita e all’entrata da scuola, oltre che, per quanto riguarda l’ultimo piano della scuola media Virgilio, anche il rifacimento delle pavimentazioni, le tinteggiature e i nuovi impianti nei nuovi spazi che verranno, eventualmente ricavati.

Continuando con tale ritmo, di fatto le scuole che fanno capo al Comune di Pescara saranno pronte effettivamente per il prossimo 14 settembre, ma chiaramente anche la nostra Commissione continuerà a seguire passo passo l’iter procedurale dei cantieri”.

Ufficio stampa Fratelli d'Italia Pescara

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK