Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Pescara, 19 bus di ultima generazione della TUA

Gli autobus sono stati prodotti dalla ditta italiana Iveco ed arriveranno a pochi giorni dall'inizio del nuovo anno scolastico

| di Riccardo Camplone
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

 Ulteriori 19 autobus di ultima generazione, prodotti dall'italiana Iveco, sono entrati a far parte della flotta mezzi di TUA, l'azienda di Trasporti della Regione Abruzzo. La presentazione dei nuovi veicoli è avvenuta, questa mattina, a Pescara, nel piazzale della sede di TUA.

Nella ripartenza è indispensabile poter contare su una flotta di autobus moderna e sicura che, ad esempio, attraverso il ricambio dell'aria, in un solo minuto consente di trasportare i passeggeri nelle condizioni di maggior sicurezza possibile. La consegna di questi mezzi, a pochi giorni dall'inizio del nuovo anno scolastico, arriva al momento propizio per sperimentarne l'efficienza e la funzionalità nell'ottica del rinnovamento tecnologico del parco automezzi. Inoltre, si sta lavorando anche per compensare le eventuali carenze di corse nelle ore di punta e venire incontro ad esigenze particolari anche con il noleggio di mezzi privati.

L'auspicio della Regione è che il Ministero delle Infrastrutture sappia farsi carico delle maggiori spese e delle minori entrate che gravano sulle aziende del trasporto pubblico locale anche perché la paura del contagio porta molte persone a scegliere modalità alternative di trasporto. In più, il lavoro agile da casa contribuisce a diminuire le necessità di spostamento. Senza contare le problematiche legate alle misure di sicurezza anti Covid-19, il rispetto delle quali ha implicato sui mezzi una diminuzione sensibile del numero di passeggeri che è possibile trasportare. Circostanza che, soprattutto nelle ore di punta, comporta la necessità di raddoppiare o addirittura triplicare le corse con ovvie ripercussioni sui costi del servizio.

Intanto, mentre il negoziato tra la Conferenza delle Regioni e il Governo centrale prosegue, la Regione Abruzzo, continuerà ad operare nella consapevolezza che il trasoporto pubblico rappresenta un diritto costituzionale che deve essere assolutamente garantito a tutti i cittadini.

Riccardo Camplone

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK