Disinfestazione anti-zanzare, ecco il calendario

L'assessore Del Trecco: "Il servizio andrà avanti sino al 31 ottobre"

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

“Ripartiranno questa notte, nel quartiere Porta Nuova, le operazioni di disinfestazione adulticida antizanzare su tutto il territorio di Pescara. Gli interventi contro gli insetti, ogni mese, sino a ottobre, saranno tra i 4 e 6; nel frattempo sono ripartite anche le derattizzazioni che si svolgono ogni mese nelle aree più strategiche e a rischio, fatte salve le operazioni straordinarie realizzate nelle zone dove vengono segnalate eventuali criticità dai cittadini subito verificate dagli operatori di Ambiente Spa. Anche su tale fronte l’attenzione dell’amministrazione comunale resterà alta per i prossimi mesi perché è evidente che la perfetta pulizia e igienizzazione del territorio è fondamentale, specie nella fase ancora in corso di emergenza Covid-19”.

Lo ha detto l’assessore all’Ambiente Isabella Del Trecco ufficializzando il calendario degli interventi igienico-sanitari già programmati sulla città.

“Oggi riparte la guerra alle zanzare – ha spiegato l’assessore Del Trecco -: il servizio di disinfestazione antilarvale è già partito lo scorso febbraio e continuerà sino al 31 ottobre, con l’installazione di circa 30 ovitrappole in ogni circoscrizione. Gli operatori, adeguatamente formati, provvedono al posizionamento quotidiano di specifici formulati anti-larvali sotto forma di pasticche idrosolubili in tutte le zone di ristagno delle acque, come tombini, fontane, caditoie. Il servizio è infatti stato ulteriormente potenziato con un operatore che effettua il servizio a settimane alterne, e un secondo operatore che effettua il trattamento in tutti i giorni feriali di ogni mese. Solitamente si interviene due giorni a settimana per ogni quartiere, ossia il lunedì e il martedì nella zona di Portanuova, il mercoledì e giovedì nella circoscrizione Castellamare, il venerdì e il sabato nel quartiere di Pescara Colli. Per la disinfestazione adulticida – ha proseguito l’assessore Del Trecco – gli interventi vengono effettuati nelle ore notturne con l’impiego dell’atomizzatore, prestando un’attenzione specifica ad alcune aree comunali come le zone segnalate a rischio dalla conta delle ovitrappole che sono utili a segnalare particolari condizioni di proliferazione, poi nei parchi e nelle aree verdi, come Villa Sabucchi, Parco de Riseis, ex Caserma Cocco, Parco Florida, Pineta Dannunziana e Fosso Vallelunga, poi i Distretti sanitari di Base e tutta la zona dell’ospedale civile, le scuole, i quartieri più disagiati, la zona del Comune, della Prefettura, della Provincia e del Tribunale e gli impianti sportivi. Ma in realtà con l’atomizzatore viene coperta tutta la città, anche con sei interventi al mese in ciascun quartiere, opera che porteremo avanti sino a fine ottobre”. Il calendario degli interventi per il mese di maggio ripartirà questa notte nel quartiere Porta Nuova, dove di nuovo si opererà il 17 e 18, ancora il 21 maggio e il 1 giugno, poi il 14 e 15 e il 28 e 29 giugno; il 12, 13, 26 e 27 luglio; il 9, 10, 23 e 24 agosto; il 6, 7, 20 e 21 settembre; infine il 4, 5, 18 e 19 ottobre. Nel quartiere Castellamare la disinfestazione adulticida si svolgerà il 5, 6, 19 e 20 maggio; il 3, 16, 17 e 30 giugno; il primo, 14, 15, 28 e 29 luglio; l’11, 12, 25 e 26 agosto; l’8, il 9, 22 e 23 settembre; il 6, 7, 20 e 21 ottobre. Nel quartiere Colli-Villa Fabio la disinfestazione si svolgerà il 7, 8, 21 e 22 maggio; il 4, 5, 18 e 19 giugno; il 2, 3, 16, 17, 30 e 31 luglio; il 13, 14, 27 e 28 agosto; il 10, 11, 24 e 25 settembre; l’8, il 9, 22 e 23 ottobre. “Il calendario, ovviamente, potrà subire variazioni determinate dalle condizioni meteoclimatiche – ha proseguito l’assessore Del Trecco -, ovvero in caso di pioggia il trattamento adulticida verrà rinviato allo stesso giorno della settimana successiva. Fermo restando che potranno anche essere eseguiti trattamenti straordinari nelle zone in cui le ovitrappole risultassero particolarmente infestate e ogni volta, ovviamente, il Comune provvederà a informare i residenti. Ovviamente il Comune interviene su tutte le aree pubbliche e auspichiamo che anche i privati facciano la propria parte, garantendo l’igiene di giardini e terreni e osservando regole minime anti-zanzare, come il non lasciare ristagnare l’acqua sotto vasi e piante, o di bonificare tombini e caditoie interni alle proprietà, altrimenti, è evidente, che non riusciremo a raggiungere l’effetto desiderato, ossia la scomparsa di insetti e roditori”.

Redazione

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK