Diabete, raddoppia la diffusione anche a causa della pandemia

Se ne parlerà a Pescara il 23 ottobre, ore 9:00, presso la Sala Convegni "Le Terrazze"

| di la redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

La diffusione del diabete è quasi raddoppiata in trent'anni, coinvolgeva il 2,9% della popolazione nel 1980 e nel 2019 sono oltre 3 milioni 200 mila in Italia le persone che dichiarano di esserne affette.

"La diabetologia italiana deve fronteggiare il mutato panorama favorendo la modernizzazione della diabetologia in ottica di crescita culturale e scientifica intensificando altresì la collaborazione tra Diabetologo e Medico di Medicina Generale come imprescindibile sinergia" – dichiara il professor Agostino Consoli, Presidente della Società Italiana di Diabetologia, ordinario di Endocrinologia all'Università G. d'Annunzio di Chieti e Direttore UOC Endocrinologia della ausl di Pescara.

Il diabete non può non essere gestito dal medico di medicina generale ma il paziente diabetico almeno una volta ha necessità di essere seguito da un centro specialistico che lo indirizzi ad educhi alla gestione della malattia ed allo stile di vita giusto da seguire assieme all'informazione puntuale circa le potenziali complicanze. – continua Consoli – l'Abruzzo come regione ed in particolare la ausl di Pescara sono un modello virtuoso per l'Italia di sinergia anche virtuale intesa come collegamento telematico diretto dei dati dei pazienti tra specialista e medico di medicina generale."

Il convegno in programma a Pescara ed organizzato dall'Athena Congressi vuole affrontare la tematica della complessa individuazione dell'opzione terapeutica più appropriata per ogni singolo paziente; presentare le ultime opzioni terapeutiche ed affrontare la questione della prescrizione e tempistica di prescrizione a carico del Diabetologo ma poi co-gestite insieme al Medico di Medicina Generale.

Alla fine ma non per ultimo, si iniziano a manifestare i segni di un impatto dovuto al covid con dati di prevalenza di outcome covid peggiori in caso di paziente diabetico assieme ad evidenze di possibilità di slatentizzare o contributo all'insorgenza di forme diabetiche sui pazienti in fase post covid.

la redazione

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK